Un momento della Messa a Casal Borsetti
Un momento della Messa a Casal Borsetti

Mercoledì 13 maggio in chiesa a Casal Borsetti, in occasione dell’inizio delle celebrazioni per le “Notti di Maria” che il parroco don Rafal Szarek ha indetto ogni mese fino al 13 ottobre, monsignor Lorenzo Ghizzoni ha presieduto la recita del Santo Rosario e ha poi celebrato la Santa Messa. I due momenti di preghiera sono stati trasmessi in diretta sulla pagina Facebook di Risveglio Duemila. All’inizio della celebrazione l’arcivescovo ha fatto riferimento alle apparizioni della Madonna a Fatima (nel giorno della ricorrenza liturgica), uno dei santuari mariani principali, e all’anniversario dell’attentato a San Giovanni Paolo II, il quale si ritenne salvato proprio dall’intervento prodigioso di Maria.

Ha chiesto di pregare per la nostra chiesa diocesana, chiamata ancora a soffrire per la mancanza di partecipazione dei fedeli a causa delle restrizioni dovute alla diffusione del virus. Un pensiero lo ha rivolto ai medici, infermieri, personale ospedaliero che prestano quotidianamente il loro servizio, ai governanti perché promuovono leggi giuste ed efficaci per il bene di tutta la nazione. Nell’omelia monsignor Ghizzoni ricordato l’invito principale, rivolto a tutto il mondo, che fece Maria a Fatima, nei suoi messaggi, quello alla conversione. “Maria ha promesso che avrebbe accompagnato i fedeli con il suo cuore immacolato – ha detto l’arcivescovo – libero da ogni peccato, da ogni tentazione. Ha promesso di pregare per noi ed è una promessa che si realizza continuamente”.

Maria chiede la conversione personale, ha proseguito l’arcivescovo, la conversione delle comunità, dell’intera società civile, una società dove purtroppo si perpetuano grandi ingiustizie, dove esistono strutture di peccato nell’economia, nella finanza, nella politica. Per questo, ha concluso l’arcivescovo, preghiamo affinché tutta l’umanità si converta e chiediamo a Maria che ci tenga uniti, come chiesa, in un autentico cammino di conversione. Al termine della Santa Messa è seguito l’Atto di consacrazione alla Madonna. Lunedì 18 maggio alle 20.30 in chiesa, in occasione del centenario della nascita di San Giovanni Paolo II (18 maggio 1920 a Wadowice in Polonia) sarà celebrata la Santa Messa, nel pieno rispetto delle norme contenute nel protocollo sottoscritto dalla Cei e dal governo.

Julles Metalli