La Messa di questa mattina in Cattedrale
La Messa di questa mattina in Cattedrale

Quasi il doppio dei fedeli di una normale Messa mattutina in Cattedrale. Tanta gente, lunedì 18 maggio, alla prima Messa feriale celebrata dall’arcivescovo Lorenzo, dopo la riapertura delle celebrazioni con il popolo. Un segno, forse, di quella fame di Eucaristia che in tanti ci hanno segnalato dall’inizio di questa pandemia.

Oltre 40 persone si sono sedute nei posti segnalati nei banchi della navata centrale della Cattedrale, ordinatamente, e hanno partecipato alla Messa sperimentando tutte le norme di distanziamento e sicurezza necessarie a poter celebrare al tempo del Covid-19, a partire dall’uso delle mascherine. All’ingresso della Cattedrale (quello di sinistra, guardando la facciata del Duomo: dalle altre porte è possibile solo uscire – ndr), che in base alle norme per le celebrazioni, può contenere al massimo 130 persona, è stato posizionato il dispensatore di gel igienizzante e un cartello con tutte le indicazioni da seguire.

La Messa di questa mattina in Duomo

L’arcivescovo, durante la celebrazione ha commentato le letture e il brano del Vangelo (Giovanni 15, 26-16,4) che la liturgia prevede per oggi. E, alla preghiera dei fedeli, ha voluto ricordare le persone malate di Covid-19. Oltre a San Giovanni Paolo II è stato ricordato anche San Giovanni I, martire e papa.