Continuano a gran ritmo i test con i tamponi: nelle ultime 24 ore ne sono stati fatti oltre 9mila

Un solo contagio oggi nel bilancio della diffusione del virus nel territorio provinciale: si tratta di un uomo, la cui positività è dovuta a contatti con casi accertati. Si segnala purtroppo anche un decesso: una donna di 97 anni con gravi patologie pregresse. Si sono inoltre verificate 13 guarigioni complete e 2 guarigioni cliniche (per le quali i pazienti dovranno sottoporsi a tamponi di negativizzazione).
Sono, infine, 220 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall’estero.

Leggero balzo in avanti dei contagi in Romagna, dove si registra un +7, per un totale di 4894: oltre al contagio nel ravennate, ce ne sono 5 a Rimini (totale 2150) e uno a Forlì (943) mentre resta fermo a 777 il totale dei positivi nel cesenate.

74 nuovi casi di positività in regione (un numero che in queste proporzioni mancava dal 16 maggio, quando furono conteggiati 72 casi).
Di questi nuovi casi, però, solo 17 derivano dal percorso attivo dall’inizio dall’emergenza, con verifiche su persone sintomatiche; mentre 57 nuovi casi derivano invece dall’attività di screening su persone asintomatiche fatta da tamponi e test sierologici. Da qui anche il numero significativo di tamponi, 9.128 da ieri, che somma le due distinte categorie di rilevazione (310.696 i tamponi totali).

Di questi 57, 22 sono stati trovati e isolati a Bologna in una comunità di persone senza fissa dimora: tutti già trasferiti e isolati in due strutture individuate dal Comune e dall’azienda sanitaria perché non necessitavano di cure ospedaliere. Altri 15 nuovi asintomatici sono stati scovati, invece, in provincia di Parma.

“Con i tamponi e i test sierologici che stiamo realizzando in modo massiccio su tutto il territorio regionale – commenta l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini – siamo riusciti a individuare e isolare una situazione circoscritta, che però poteva diventare critica. Al tempo stesso stanno emergendo nuovi casi asintomatici che difficilmente avremmo potuto rilevare con la strategia tradizionale. Continueremo quindi la campagna di screening su cui abbiamo fortemente puntato, con il preciso obiettivo di non aspettare il virus, ma di andarlo a cercare”.

Torna molto alto il dato delle nuove guarigioni, 311 (il 15 maggio furono 341), che portano il totale a 19.857, e continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 3.750 (-248). Ancora segni meno alla voce ricoveri: -1 nelle terapie intensive (dove restano ancora 77 pazienti) e -10 nei reparti Covid della regione (ora ne restano 449). E altre 237 persone sono uscite dall’isolamento a casa: qui ne restano 3224.