Letti di terapia intensiva e dei reparti Covid sempre più vuoti

Per la quarta volta da quando è iniziata la diffusione del coronavirus, la nostra provincia fa segnare uno zero assoluto sia alla voce contagi che a quella dei decessi. Si resta fermi, dunque, a 450 casi nel comune di Ravenna, a 1012 in provincia. Si sono, però, verificate 11 guarigioni complete e 2 guarigioni cliniche (queste ultime di pazienti che dovranno sottoporsi a tamponi di negativizzazione). Sono 178, infine, le persone che restano in quarantena e sorveglianza attiva.

Il dato della Romagna è il più basso in assoluto: appena 4 nuovi contagi. Qui i casi di positività hanno raggiunto quota 4.813: i 4 in più si sono verificati a Cesena (+3, totale 766) e a Rimini (+1, totale 2098). Si resta fermi anche a Forlì con 937 casi.

Nell’intero territorio regionale, è confermato l’andamento degli ultimi giorni: appena 35 i nuovi contagi, un numero tra i più bassi in assoluto. Meno di così, l’ultima volta, il 26 febbraio (cioè il quinto giorno di diffusione del Covid-19), quando furono registrati 21 casi. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.267 casi di positività, con un totale di 263.888 tamponi effettuati (+5614 nelle ultime 24 ore).
Sempre in calo i ricoverati nelle terapie intensive (-6: ora sono 105) e negli altri reparti Covid (-13) e pure i casi attivi, cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 5.525 (-131). In calo costante anche le persone costrette all’isolamento in casa: -112 nelle ultime 24 ore, per un totale di 4712.

Le nuove guarigioni oggi sono 153 (17.756 in totale), mentre i decessi si attestano a quota 13 (6 uomini e 7 donne). E’ sempre un dato che si vorrebbe vedere azzerato ma è comunque uno dei numeri più bassi in assoluto in quasi tre mesi di diffusione del Covid-19. In Romagna si segnala una vittima in territorio cesenate.