La lettera che verrà letta dalla famiglia Sellitto sarà uno dei momenti più emozionanti e intensi dell’iniziativa “Arte post Covid”, in programma questa sera, venerdì 19 giugno, alle ore 21, all’interno del cortile del Presidio Ospedaliero di Ravenna. Si tratta di un concerto tributo di Beppe Aurilia, attore, regista e cantautore, dedicato ai medici e al personale sanitario del Santa Maria delle Croci come ringraziamento per l’impegno profuso nei giorni più duri e cupi dell’emergenza e in memoria delle persone che hanno perso la vita a causa del virus. Al concerto parteciperà anche l’arcivescovo di Ravenna-Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni.

Aurilia e la sua band, la Freestyle, nata nel 2014, proporranno un concerto che spazierà tra vari generi musicali, dal rock all’hip hop, dal reggae alla musica anni ‘60-’70. Nel corso della serata, verranno ricordate, alla presenza delle autorità cittadine, anche le persone morte a causa del Coronavirus, tra cui Antonio Sellitto.

“Perchè questa iniziativa? Perchè mia moglie fa l’infermiera – spiega Aurilia – e ogni volta che tornava a casa c’era sempre la paura che potesse contagiarsi e portare a casa il contagio. Abbiamo vissuto in pieno questa esperienza. E poi Ravenna, dove abito da 20 anni, mi ha dato tanto e continua a darmi tanto e sentivo il dovere di ripagare questo affetto. Il nostro è un piccolo gesto ma c’è dentro tutto il ringraziamento e la gratitudine che possiamo esprimere a tutto il personale sanitario che ha combattuto in prima linea contro il Covid-19”.

“Ciò che succederà il 19 giugno – aggiunge Paolo Tarlazzi, direttore del Presidio Ospedaliero di Ravenna – non è la celebrazione della fine della battaglia, perchè il virus non è ancora scomparso ma è la risposta di civiltà a una situazione altamente drammatica, che nessuno ha vissuto negli ultimi 70 anni, ed è anche un segnale preciso che siamo una comunità unita e coesa”.

Nel corso dell’evento, saranno proiettati video e momenti live, sulla facciata dell’ingresso del Presidio Ospedaliero grazie alla scenografia video mappata donata da Andrea Bernabini e alla sponsorizzazione di Visual Tecnhology di Gianni Guerrini. Il concerto, a invito, si terrà nel rispetto delle disposizioni di sicurezza e delle misure di distanziamento sociale sarà assicurato dagli steward.

L’Ausl Romagna con una breve nota informa la cittadinanza che “per motivi tecnici legati all’allestimento necessario per il concerto in memoria dei pazienti e delle persone decedute per Covid 19 che si terrà nella serata, non sarà possibile utilizzare l’ingresso storico dell’Ospedale “Santa Maria delle Croci” situato in via Missiroli, 10, nè usufruire dei relativi posti auto. Saranno ovviamente operativi tutti gli altri accessi e parcheggi”.