6 chioschi on line, 56 ristoranti del territorio (da Casal Borsetti a Lido di Savio, passando per Ravenna città), diverse pescherie e supermercati: sono alcuni dei numeri di “La cozza di Marina di Ravenna in festa” (edizione smart) prevista da venerdì 26 a domenica 28 giugno e presentata giovedì 4 nella sede del Mercato Coperto. Una edizione smart per ragioni di sicurezza e che ruoterà intorno a un sito dedicato alla festa (www.lacozzadiravenna.it)

Quelli citati sono numeri importanti per una vera prelibatezza gastronomica del nostro territorio: la cozza di Marina di Ravenna è tra le più pregiate in Italia. Cresce spontaneamente in alto mare (a differenza delle cozze di allevamento), alla base immersa delle piattaforme marine, dove un gioco di correnti fornisce loro ottimo cibo affinché possano diventare grosse e gustose. Sono raccolte a mano dai pescatori, i “cozzari”, che s’immergono anche fino a 10 metri di profondità. La festa avrà un preludio giovedì 25 giugno alle ore 20:30 al Ristorante Molinetto di Punta Marina, con una cena a numero chiuso che avrà come piatto centrale le cozze preparate alla maniera belga..

Nei tre giorni della festa, ravennati e turisti potranno, collegandosi al sito della festa, ordinare le cozze di marina a uno sei chioschi on line, che sono gestiti da. Akâmì Casa&Bottega e Brancaleone; Ca’ del Pino Ristorante;  L’Acciuga Osteria; Mercato Coperto Ristorante;  Molinetto Ristorante Pizzeria;  Naif Ristorante Pizzeria. Le cozze poi si riceveranno a casa o si potranno passare a ritirare. Oppure potranno recarsi in uno dei 56 ristoranti del territorio ravennate che hanno aderito al progetto e che in quei giorni proporranno piatti con le cozze di Marina, da gustare in tutta sicurezza.

“La Festa della Cozza quest’anno assume un importante significato: è il primo evento organizzato nella Fase 2 – ha detto durante la conferenza stampa l’assessore alle Commercio del Comune, Massimo Cameliani – e la sua formula smart può rappresentare un valore aggiunto perché la sua diffusione sui social avrà sicuramente una vasta eco. Ci auguriamo che si traduca non solo in una vetrina, ma in una concreta occasione di rilancio economico per tutta la filiera”.

Proprio a tal fine, al consumo delle cozze a casa propria o nei ristoranti, si aggiungono gli Show Cooking online e gli incontri con i pescatori sempre attraverso la divulgazione online sui canali social. Inoltre attraverso accordi con pescherie e grande distribuzione la festa verrà promossa anche la vendita delle cozze di Marina di Ravenna sui banchi del pescato, col proposito che possano continuare per tutta la stagione della raccolta, Legato alla festa, su Instagram viene lanciato il contest #ILMIOPIATTODICOZZE. Verranno premiati il piatto di cozzepiù bello in base al voto popolare e i 3 piatti di cozze migliori in base al giudizio insindacabile dello chef Vincenzo Cammerucci di CaMì Ristorante e Agriturismo.

La manifestazione è promossa da Tuttifrutti Agenzia di Pubblicità e da Slow Food Condotta di Ravenna. “La Cozza di Marina di Ravenna in Festa” vede il patrocinio e il contributo del Comune di Ravenna, il patrocinio della Provincia di Ravenna, della Regione Emilia-Romagna, della Camera di Commercio di Ravenna, di Ama Associazione Mediterranea Acquacoltori e del Consorzio Mitilicoltori dell’Emilia-Romagna. Quest’ultimo ha creato il marchio Cozza Romagnola, del quale si fregia anche la Cozza di Marina di Ravenna, specificandone la peculiare caratteristica di crescita spontanea. Alla manifestazione collaborano Confesercenti, Confcommercio, Legacoop Romagna e Agci, le cooperative dei pescatori La Romagnola, Nuovo Conisub, Ulisse e la Pro Loco di Marina di Ravenna.