Mauro Mambelli, coordinatore del Tavolo provinciale delle associazioni imprenditoriali
Mauro Mambelli, coordinatore del Tavolo provinciale delle associazioni imprenditoriali

Qual e’ l’indirizzo dei Comuni sulla delibera di Arera volta a ridurre la tariffa rifiuti 2020 per le aziende colpite dall’emergenza Covid? Lo chiede una lettera inviata ai sindaci della provincia di Ravenna dal Tavolo provinciale delle associazioni imprenditoriali, di cui è coordinatore Mauro Mambelli. “Accogliendo le richieste delle associazioni di categoria – riporta la lettera – l’Autorità di regolazione per Energia reti e ambiente, Arera, ha emanato la delibera che disciplina la riduzione della Tari, tassa-tariffa rifiuti 2020 per le utenze non domestiche colpite dalla crisi determinata dall’emergenza Covid-19″. Tali misure, spiegano le associazioni, sono volte a mitigare gli effetti derivati dalle misure di contenimento adottate dal Governo e dagli enti locali sulle varie categorie di utenze.

Infatti il provvedimento prevede la rettifica per talune tipologie di utenze non domestiche, sulla base della minore quantità di rifiuti prodotti a seguito della sospensione delle attività. In questo modo, Arera invita i Comuni ad applicare uno sconto alla quota variabile della Tari, quella più consistente seguendo alcune indicazioni: lo sconto dovrà essere proporzionale ai giorni di chiusura, ma per le attività chiuse spontaneamente la riduzione della tariffa è a discrezione dell’amministrazione. “A tal fine – conclude la lettera – si chiede urgentemente di conoscere l’indirizzo dei Comuni, anche attraverso un incontro, visto che ad ora non sono state ancora deliberate le tariffe 2020”.