Il coro della parrocchia di San Biagio si è ritrovato sabato scorso dopo il lockdown per un momento di riflessione e di canto tra Natura e arte.

“Un percorso itinerante en plain air a Bagnacavallo – spiega il direttore del coro Davide Casadio -, con tre tappe: la prima a Santa Reparata, la seconda al Museo delle Cappuccine e infine alla tenuta Pantaleone”. Il tutto intervallato dai canti (di taizè) in mezzo al bosco, alla luce delle lucciole.

E’ stato un modo per ritrovarsi, dopo gli esperimenti del lockdown che hanno visto il coro degli adulti ritrovarsi anche a distanza in quel che hanno definito un “abbraccio canoro” (ne abbiamo parlato qui), ed esprimere la gioia in musica.