Un solo sintomatico tra i nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna, in tutto 14 nelle ultime 24 ore: i tamponi effettuati sono stati 3.001, a cui si aggiungono 233 test sierologici. Stabili anche i decessi, altri 11, complessivamente 4.147 dall’inizio dell’epidemia.

Le nuove guarigioni sono 76, per un totale di 20.856: circa il 75% sul totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia. Continuano a calare perciò i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 2.839 (-73 rispetto a ieri). Le persone in isolamento a casa, recita ancora il bollettino regionale, sono complessivamente 2.447 (circa l’86% di quelle malate), -57 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 50, lo stesso dato di ieri. Diminuiscono invece quelli ricoverati negli altri reparti Covid, scesi a 342 (-16).  Gli 11 nuovi decessi, cinque uomini e sei donne, riguardano in due casi Piacenza, due casi Parma e sette Bologna.

Nessun decesso in tutte le altre province. I casi di positività sono complessivamente 4.495 a Piacenza (+2), 3.534 a Parma (+5), 4.952 a Reggio Emilia (dato invariato), 3.922 a Modena (+4), 4.642 a Bologna (+2); 394 a Imola (come ieri); 995 a Ferrara (dato invariato). Infine, in Romagna i casi di positività hanno raggiunto quota 4.908 (+1), con 1 nuovo caso a Forlì (944). Nessun nuovo caso anche nella provincia di Ravenna (1.028 totali), a Cesena (780) e in quella di Rimini (2.156). 

Sono 122 in provincia le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall’estero. 
I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate restano dunque 1.028, confermati alle 12 del 3 giugno, la cui distribuzione per comune resta la seguente.