Nel ravennate, che ieri era a zero nuovi casi di coronavirus, oggi se ne registrano invece 17, tutti uomini stranieri, provenienti dall’estero con voli atterrati negli ultimi giorni a Fiumicino. Su di loro, fa sapere la Provincia, le autorità sanitarie avevano segnalato casi di positività ed erano tutti già in isolamento.

Di questi, 14 sono domiciliati a Ravenna (13 nella stessa abitazione) e tre a Cervia e anche loro vivono insieme. La maggioranza, 13 persone, come ha confermato la Regione, arrivano dal Bangladesh. Al momento, si precisa, sono tutti asintomatici, i loro contatti stretti sono stati rintracciati, sono in isolamento in albergo covid e a tutti si stanno facendo i tamponi.

Nonostante il salto in avanti dei contagi, la situazione è “sotto controllo”, secondo il sindaco di Ravenna e presidente della Provincia, Michele de Pascale: “Grazie all’attivazione di procedure sperimentate in questi mesi e alla collaborazione tra tutte le Autorità sanitarie, il Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl Romagna ha subito individuato i pazienti da sottoporre a tampone e quindi le positività”.

De Pascale aggiunge che queste persone, per lo più rientrate dall’estero, erano già in isolamento domiciliare, ma comunque il personale sanitario “ha tempestivamente individuato tutti i loro contatti che sono stati posti, a loro volta, in isolamento, e sta effettuando ulteriori tamponi”.

Ad ogni modo, per il principio di massima prudenza, il sindaco e presidente della Provincia invita tutti coloro che sono rientrati dall’estero o hanno avuto contatti con persone rientrate dal Bangladesh o da altri Paesi a rischio, a contattare l’Igiene pubblica per effettuare un tampone. “Grazie alla collaborazione di tutti riusciremo a mantenere la situazione sotto controllo”.

In conseguenza di questi casi e del focolaio di Bologna risalgono i casi di coronavirus in Emilia-Romagna, con in testa le province di Ravenna e Bologna. Non si registrano nelle ultime 24 ore nuovi decessi di persone positive, ma i nuovi contagi sono 51 e salgono i casi attivi, ovvia il numero di malati effettivi, 26 in più rispetto a ieri.

Nelle ultime 24 ore in regione si sono registrati 28.613 casi di positività, quindi 51 in piu’ rispetto a ieri dei quali 40 asintomatici, individuati nell’ambito del contact tracing e dell’attività di screening regionale. Tra le 51 nuove infezioni, ci sono 17 casi nel ravennate e 15 casi in provincia di Bologna sono dovuti ai focolai precedentemente individuati, segnala la Regione nel suo bollettino quotidiano.

Le nuove guarigioni risultano 25, per un totale di 23.309, ossia l’81,4% dei contagiati da inizio crisi. I casi attivi, il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.037 (26 in più rispetto a ieri). Le persone in isolamento a casa, quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 941, 26 in più rispetto a ieri, pari al 90,7% di quelle malate. I pazienti in terapia intensiva scendono a 8 (-1), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 88 (+1). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 23.309 (+25): 230 sono “clinicamente guarite”, quindi non hanno piu’ sintomi dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 23.079 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perche’ risultate negative in due test consecutivi.