Martino Fanti
Martino Fanti

La chiesa a piano terra dell’Opera di Santa Teresa ha accolto tante persone, giovedì 2 luglio in mattinata, in occasione dei funerali di Martino Fanti, deceduto a 94 anni il 29 giugno e che proprio a favore dell’Opera, come volontario (in particolare in qualità di segretario del Consiglio di amministrazione), ha dedicato tanti anni della sua vita. E lo ha ricordato bene don Alberto Graziani, direttore dell’Opera, rivolgendosi a familiari ed amici di Martino durante l’omelia.

“In questa chiesa Martino veniva spesso a pregare, nelle pause del suo servizio qui all’Opera – ha detto don Graziani -. Siamo qui non solo per ricordarlo, ma perché quell’affetto, quella bontà d’animo che lui ha manifestato in vita continui ora a circolare, a diffondersi tra di noi”. Insieme a don Graziani ha celebrato don Sante Bertarelli, che ben conobbe Martino Fanti quando entrambi erano a servizio dell’Opera.

“Un servizio che Martino ha portato avanti per tanto tempo con responsabilità e tenacia – ha continuato don Graziani -. E a noi oggi, in un mondo così concorrenziale in cui sembra contare solo chi arriva primo a svantaggio di tutti gli altri, egli ci insegna che è giusto condividere le nostre esperienze e i nostri talenti con il prossimo, perché in questo modo il buono e il bello che abbiamo dentro di noi si rispecchia negli occhi e nella vita di chi ci è accanto”. Al termine della celebrazione, la salma di Martino Fanti è stata tumulata nel cimitero di Gambellara.