Stefano Bonaccini durante la conferenza stampa
Stefano Bonaccini durante la conferenza stampa

Uno spot da 20 secondi rivolto ai turisti tedeschi. “La Riviera Adriatica italiana. Niente di più vicino!”. È il messaggio lanciato da Emilia-Romagna, Veneto e Friuli-Venezia Giulia con una campagna congiunta su Wetter.com, il più famoso sito di previsioni meteo tedesco, e sul network di canali tv privati Pro 7-Sat 1-Kabel eins.

Nella tarda mattinata di mercoledì 1 luglio i tre presidenti di Regione, Stefano Bonaccini (Emilia-Romagna), Luca Zaia (Veneto) e Massimiliano Fedriga (Friuli-Venezia Giulia), in videocollegamento da tre spiagge diverse, rispettivamente Cesenatico, Jesolo e Lignano Sabbiadoro, hanno presentato alla stampa la nuova campagna di promozione. Previsti, per tutto luglio, oltre duemila passaggi sulla web tv di Wetter.com e 830 passaggi televisivi su canali tv privati con un programmazione concentrata sulle fasce orarie più strategiche.

Pianificata anche una promozione online, sempre su Wetter.com, con banner che rimandano alla landing page “Für Ihren Urlaub an der Adria” (“Per la sua vacanza sulla Riviera Adriatica”), con rimandi ai portali turistici delle tre Regioni. In programma, entro l’anno, anche un workshop, in modalità online con un centinaio di buyer in rappresentanza di tutta la domanda turistica nazionale e internazionale. 

Il progetto congiunto si basa su un accordo triennale tra Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna con un investimento annuale, ripartito fra le Regioni, di 300.000 euro. La pianificazione per l’estate 2020 sviluppa azioni di comunicazione del valore di oltre 1,8 milioni di euro. I relatori hanno sottolineato la straordinarietà dell’operazione, dal momento che, per la prima volta, tre Regioni di colore politico diverso si sono messe assieme per proporre all’estero un progetto di promozione turistica unitario.

Per il presidente della Regione Veneto Luca Zaia sono state “messe a sistema buone pratiche” con un investimento sul presente, ma anche sul futuro. Per Zaia è opportuno fare promozione insieme visto che “è difficile spiegare a un cittadino del mondo che ci sono differenze fra una località e l’altra“. “Veneto, Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna, già segnalatesi come regioni tra le più efficienti in ambito sanitario, nell’affrontare l’emergenza sanitaria, oggi sono tra le mete turistiche più sane e affidabili”, ha ribadito il governatore del Veneto.

“Andiamo al di là dei confini geografici e delle differenze politiche – gli ha fatto eco il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini -. L’ospitalità è una delle leve più straordinarie che le nostre regioni hanno”. “Si inizia con la Germania, per poi guardare ad altri Paesi e territori, a partire dalla Russia”, ha detto Bonaccini sottolineando come il turismo debba diventare un “asse strategico” per il rilancio dell’Italia, con l’auspicio che Governo centrale sappia intercettare i “poderosi finanziamenti in arrivo dall’Europa“.

Il governatore del Friuli-Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha sottolineato che “le tre coste, mettendosi insieme, offrono opportunità uniche non solo per il bel mare, ma anche come circuito con città d’arte, enogastronomia e turismo slow”. “I Paesi che ipotizzavano ‘corridoi turistici’ escludendo l’Italia – ha sottolineato Fedriga – oggi stanno vivendo una fase critica della crisi pandemica. Siamo orgogliosi di poter comunicare all’estero che nelle nostre regioni è possibile soggiornare in sicurezza”.

A margine della conferenza stampa, che per l’Emilia-Romagna, si è svolta sulla terrazza del Marè, al Molo di Levante di Cesenatico, l’assessore regionale a Mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo e commercio, Andrea Corsini, ha ricordato che, oltre allo spot congiunto, la nostra Regione ne ha commissionato uno per promuovere il treno Monaco-Rimini, quest’anno giornaliero e non più solo settimanale, e uno rivolto ai campeggiatori, in aggiunta alla campagna nazionale con protagonista Paolo Cevoli.

Oggi nasce la più grande destinazione turistica balneare a livello europeo“, ha commentato Corsini, sottolineando che la campagna congiunta delle tre Regioni presentata il primo passo di una prospettiva di più ampio respiro. Per Corsini si tratta di un “segnale forte al Governo centrale“, da parte di un “settore fra i più provati dall’emergenza Coronavirus”, che ha bisogno di un maggior “accompagnamento” da parte dello Stato.

Ad ascoltare i relatori, sulla terrazza del Marè, oltre ai tanti giornalisti e teleoperatori, c’erano il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli con la sua Giunta, il sindaco di San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia, quello di Gambettola Letizia Bisacchi, il presidente di Adac Federalberghi Giancarlo Barocci e la coppia vip Billy Costacurta e Martina Colombari.

di Matteo Venturi