Filippo Gorini
Filippo Gorini

Nuovo appuntamento con il Ravenna Festival giovedì 2 luglio, alle 21.30 alla Rocca, con il recital pianistico di Filippo Gorini, che proporrà “L’altro volto di Beethoven”. Al volto fieramente eroico, titanico e grandioso che nell’immaginario comune si associa al nome di Ludwig van Beethoven, si contrappone quello malinconico, enigmatico e talvolta disarmante che emerge in alcune delle sue ultime pagine, come nella Sonata op. 111, l’ultima di quel monumento inarrivabile che sono le sue 32 Sonate pianistiche.

Filippo Gorini è uno dei talenti pianistici più in vista e promettenti dell’ultima generazione, che propone così un nuovo omaggio a Beethoven nel 250° anniversario della nascita del compositore. Proprio a Beethoven Gorini ha consacrato già buona parte della sua fulminante carriera, esplosa con la vittoria al Telekom Beethoven di Bonn nel 2015 e suggellata pochi mesi fa dall’assegnazione del prestigioso Premio Borletti-Buitoni.

Il giovane pianista, che sta portando avanti la propria formazione sotto lo sguardo attento di Alfred Brendel, affianca al capolavoro beethoveniano la Sonata in sol maggiore op. 78 “Fantasia” di Franz Schubert, pubblicata proprio nel 1827, l’anno della morte del grande predecessore. Quella che il ventiquattrenne Filippo Gorini propone è una breve ma intensa incursione attraverso la mappa pianistica della Vienna di inizio Ottocento, affrontando i vertici di un pensiero musicale in continua evoluzione.

Info e prevendite: 0544 249244 – www.ravennafestival.org
Biglietti: primo settore 15 euro, secondo settore 10 euro, under 18 5 euro. L’appuntamento è in diretta streaming su www.ravennafestival.live