Il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli

Oggi, con le forme telematiche di collegamento a distanza previste dalla legge, si è riunita in forma “privata” l’annuale assemblea dell’Abi, Associazione bancaria italiana, che nella sua prima parte, straordinaria, ha completato le procedure di modifica dello Statuto, approvando all’unanimità quanto proposto dal Comitato di presidenza, dal Comitato esecutivo e dal Consiglio dell’Abi per rendere statutariamente possibile la rielezione del presidente per il quarto mandato, nonché per la più ampia adozione dei sistemi di video-audio conferenza per le riunioni degli organi dell’Abi.

Quindi, in sede ordinaria, l’Assemblea dell’Abi ha approvato la relazione, e gli atti connessi e conseguenti, del direttore generale Giovanni Sabatini sulle attività dell’Abi nel 2019.

L’Assemblea ha eletto all’unanimità il nuovo Consiglio dell’Abi che si è immediatamente riunito e, come proposto unanimemente dal Comitato esecutivo uscente, ha rieletto per acclamazione presidente Antonio Patuelli. Tutte le deliberazioni odierne dell’Assemblea e dei neo eletti Consiglio e Comitato esecutivo dell’Abi – si legge in una notta dell’associazione – sono state assunte all’unanimità.

Al ravennate Patuelli, presidente della Cassa di Risparmio di Ravenna, alla guida dell’Associazione bancaria italiana dal 2013, è dedicata un’intervista, a cura di Daniela Verlicchi, a pagina 11 del numero 26 del nostro settimanale.