Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Gustare la Parola di Dio, non solo con le orecchie. È l’obiettivo della serata in programma mercoledì 8 luglio alle 21 (“Venite a gustare il mio pane”, è il titolo) in piazza dell’Unità (centro commerciale) a Pinarella, organizzata dalla parrocchia del Sacro Cuore, retta da don Federico Emaldi, insieme alla Pro Loco “Terraeventi” e Yeast Panelab.

Protagonista principale dell’evento sarà il pane, preparato, donato, spezzato come viene presentato nella Scrittura ma anche il pane di oggi, raccontato da chi ne ha fatto una ragione di vita

Dopo il percorso sul vino dell’anno scorso, la parrocchia e il Settore Apostolato Biblico della diocesi propongono quindi un altro appuntamento del ciclo “So-stare con la Parola” con una degustazione di pane da parte dell’azienda Yeast Panelab, i cui rappresentanti racconteranno le varie fasi della sua preparazione. La serata prevede la lettura di alcuni brani della Bibbia, alternati a poesie oltre alla degustazione.

“L’idea è ascoltare la Parola in un altro modo – spiega Annalisa Marinoni, responsabile del Settore Apostolato Biblico diocesano – e proporlo a tutti, in un luogo aperto alla città. Il pane è da sempre un elemento simbolico che rimanda allo scambio, alla condivisione. Nella Bibbia diventa simbolo di nutrimento dato da Dio e nel Nuovo Testamento anche di comunione. Ad Emmaus, i discepoli riconoscono Gesù proprio dal pane spezzato, che fa venire la nostalgia del ritorno, sapore di casa”.