Apriranno a breve 288 cantieri in tutta l’Emilia-Romagna per la messa sicurezza e il ripristino delle strutture danneggiate dopo l’ondata di maltempo dello scorso novembre. Si tratta, nel complesso, di opere idrauliche, frane, versanti e fiumi, ripristino di strade interrotte e danneggiate da dissesti, rimozione di detriti e materiali di scarto: interventi che serviranno a riparare i danni causati da alluvioni di portata storica, piogge, neve e mareggiate per cui era stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale.

Per supportare questi interventi e far fronte ai danni del maltempo, la Regione Emilia-Romagna ha stanziato un maxi-finanziamento di oltre 47 milioni di euro. I fondi rientrano nell’ulteriore stanziamento di risorse nazionali, ripartite nell’ambito dell’accordo tra Stato e Regioni per far fronte agli eventi di maltempo del novembre 2019 che hanno colpito numerose regioni in Italia.

Guardando alle singole province, a Ravenna sono assegnati fondi per oltre 1,5 milioni di euro per 13 interventi; nel territorio comunale a San Bartolo il potenziamento delle quote arginali e delle difese idrauliche di alcuni tratti del Canale Fosso Ghaia (340.000 euro); poi nel tratto da Santerno a Mezzano, lavori per ripristino di erosioni di corpi arginali destro e sinistro fiume Lamone (150.000 euro); e sul fiume Ronco “lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza – come si legge nel dispositivo – e ripristino di due frane golenali e arginali, una in sinistra idrografica e l’altra in destra, nel Fiume Ronco, causate da fenomeni di erosione di sponda con potenziale cedimento del corpo arginale e occlusione dell’alveo lungo il Fiume Ronco a San Bartolo, a seguito degli eventi di piena dei giorni 16-17 novembre 2019 e 2-3 dicembre 2019” (250.000 euro).

I soggetti attuatori, che nel caso specifico degli interventi nel nostro comune sono nell’ordine Consorzio di Bonifica (per il primo intervento) e Arstpc – Servizio Area Romagna per gli altri due, hanno 90 giorni di tempo per l’affidamento degli interventi che dovranno essere completati entro 18 mesi.