Il sindaco Michele de Pascale ha emesso un’ordinanza che vieta a chiunque di accedere alla spiaggia di Marina di Ravenna, nel tratto di battigia antistante lo stabilimento “Dolce Lucia”, per un raggio di 30 metri che delimitano la zona del ritrovamento di un presunto ordigno bellico.

Tale divieto non si applica al personale tecnico di ditte impegnate nella ricerca del presunto ordigno o nella successiva eventuale bonifica bellica, al personale delle forze dell’ordine e militari, al personale dipendente del Comune di Ravenna e ad eventuale personale medico.

E’ stato dato l’incarico alla Polizia locale per la vigilanza sull’applicazione della presente ordinanza e per il presidio fisso dell’area per tutto l’arco delle 24 ore.