Da sinistra: Emilio Rambelli, Fabrizio Savorani e Vanni Casadei Baldelli

La presentazione ufficiale sarà domani pomeriggio al Salone dei Mosaici di piazza Kennedy, alle 18.15 ma già oggi si è potuto avere un’anticipazione di quello che è un progetto preliminare, denominato “Darsena 4.0”, che trasformerà un vecchio magazzino all’inizio di via Trieste, conosciuto come “La vecchia teloneria”, in dieci unità abitative di moderna concezione.

L’operazione – “una bella sfida, una scommessa”, l’hanno definito gli artefici – è resa possibile dalla nascita di un gruppo di professionisti (architetto, notaio, commercialista, agenzia immobiliare, aziende di costruzioni e arredi) che lavoreranno insieme, facendo squadra, per garantire all’acquirente un prodotto completo. Di queste 10 unità abitative, con un astruttura prevalentemnet in legno, alcune avranno due camere da letto, altre tre, 4 prevedono un giardino esclusivo e 6 un patio interno. Proprio il patio permetterà di creare all’interno della casa uno spazio dedicato allo studio o al lavoro o per ricevere visite. Le dieci nuove case avranno classe energetica A4 e la possibilità di accedere all’ecobonus. “Dopo l’esperienza del Covid-19 abbiamo avuto richieste dai nostri clienti – spiega Fabrizio Savorani, immobiliarista, uno dei fautori di questo progetto – di avere un modo di abitare migliore, una casa adeguata alla nuova ricerca di sicurezza, emersa durante il lockdown”.

“Partiamo da questo edificio, che da solo non si risuciva a vendere – spiega Vanni Casadei Baldelli, uno dei soggeti coinvolti nell’operazione – per avviare un’operazione innovativa e a costi ragionevoli. Se il progetto funziona, ci sono tante abitazioni nel centro di Ravenna in stato di abbandono totale: se questo modo di agire funziona, nulla esclude in futuro di sviluppare analoga operazione con altri edifici”.

L’iter che porterà a questa trasformazione (tempi calcolabili in un anno) lo ha spiegato l’architetto Emilio Rambelli di Nuovostudo (studio progettista dell’intervento): “Il proprietario ha accettato di mettere a disposizione l’immobile, l’architetto ha elaborato il progetto, l’agenzia immobiliare si occupa della vendita delle case e poi subentreranno tutti coloro che a vario titolo dovranno completare quella abitazione. Ciò genererà un percorso virtuoso a vantaggio del cliente che correrà meno rischi, potrà acquistare a prezzi vantaggiosi e godere delle detrazioni fiscali”.

E sono già una ventina le persone, per la maggior parte giovani coppie, che hanno già manifestato interesse per il progetto di questo consorzio di professionisti. La presentazione di domani è gratuita e aperta al pubblico: ma per garantire il rispetto delle norme anti-Covid è necessario prenoatrsi telefonando allo 0544 35411.