“La situazione è sotto controllo. Stiamo lavorando adesso per andare a ricercare i focolai in maniera selettiva, nelle zone più impervie”. Dalla sala operativa del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ravenna giungono rassicurazioni in merito al vasto incendio che ieri pomeriggio ha colpito un’ampia zona del Monte Battaglia, sopra Casola Valsenio, nelle adiacenze di via Chiesuola, sul versante del Santerno: una quindicina di ettari di macchia mediterranea. “L’incendio è stato circoscritto e siamo alle ultime fasi dello spegnimento”, ci dicono dal comando.
A dare l’allarme è stato ieri pomeriggio un residente di via Chiesuola, che ha allertato il 115 non appena si è accorto delle fiamme che avvolgevano il bosco. Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco con grande impiego di mezzi e uomini, provenienti dai Distaccamenti volontari di Casola e Fontanelice, dalle Caserme di Bologna, Ravenna, Forlì, Rimini. “Attualmente in zona ci sono un elicottero anti-incendio del comando di Bologna e due canadair – spiega un operatore dei Vigili del Fuoco – più le squadre di terra che hanno continuato a lavorare pur nelle difficoltà create dal fatto che la zona interessata dall’incendio, il Passo del Prugno e Monte Battaglia, è particolarmente impervia e difficile da raggiungere”.

Contestualmente si lavora per individuare le cause dell’incendio, che ha distrutto molti ettari di macchia mediterranea: “A oggi tutte le ipotesi sono aperte – concludono dalla sala operativa dei Vigili del Fuoco – e di sicuro un ruolo determinante ha avuto il forte vento che soffiava ieri in zona”.

Intanto, in una nota stampa, la Provincia di Ravenna “esprime al sindaco Giorgio Sagrini e all’intera comunità di Casola Valsenio – colpita dall’incendio che ha devastato i boschi di monte Battaglia – la più profonda vicinanza e solidarietà.
Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma il danno ambientale è senz’altro consistente e la Provincia si impegna fin da ora a fare quanto possibile per sostenere la comunità casolana nell’affrontarne le conseguenze. Un sincero ringraziamento ai vigili del fuoco e a tutte le forze dell’ordine, per l’impegno nel domare le fiamme e nel cercare di rintracciarne la causa, nonché ai tanti volontari che si sono messi a disposizione”.