L'Arena estiva del Museo Classis

Dopo due felici edizioni al Teatro Rasi, nell’ambito della Stagione dei Teatri, riprende l’immaginifico itinerario di Storie di Ravenna, che sarà nuovamente visitato e attraversato dalle voci degli attori del Teatro delle Albe, dello studioso d’arte Giovanni Gardini, degli storici Alessandro Luparini e Laura Orlandini, così come di altri narratori.

Due puntate straordinarie, oggi giovedì 20 agosto e martedì 25 agosto, realizzate in collaborazione con Fondazione RavennAntica e immaginate per la rassegna Classe al chiaro di luna, ambientata nell’Arena estiva del Museo Classis Ravenna, cornice d’eccellenza in cui proseguire il racconto sulla città tra passato e presente.

L’appuntamento di questa sera, in programma alle 21, ha per titolo “Una via verso il mare. Il porto di Ravenna attraverso i secoli”. Ravenna è una città di mare, anche se talvolta se ne dimentica. La storia della città e del suo rapporto con il mare, crocevia di commercio e di culture, è una storia che attraversa i secoli. Nel corso della serata ci si affaccerà insieme a Ravenna sulle vie del mare, da sempre molteplici e mutevoli, cariche di novità e di minacce. E si proverà a leggere le tracce lasciate dal suo porto, luogo di scambio e di lavoro, di incontro e di guerra, finestra sul mondo e fortezza

Protagonisti saranno Luigi Dadina (attore Teatro delle Albe), Giovanni Gardini (Museo Diocesano di Faenza-Modigliana), Alessandro Luparini (storico e direttore della Fondazione Casa Oriani), Laura Orlandini (Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Ravenna e Provincia). La serata vedrà la partecipazione straordinaria di Maria Cristina Carile (Dipartimento di Beni Culturali, Alma Mater Studiorum, Università di Bologna), Enrico Cirelli (ricercatore del Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Alma Mater Studiorum, Università di Bologna), Elisa Emaldi (Museo Nazionale di Ravenna). Interventi musicali dal vivo a cura di Francesco Giampaoli.

Martedì 25 agosto, sarà poi la volta dell’incontro dal titolo “La basilica e la città: storie di sant’Apollinare”. Guido Ceroni, presidente dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea e Ubaldo Cortoni, bibliotecario Sacro Eremo di Camaldoli sono gli ospiti speciali. Gli interventi musicali dal vivo saranno curati da Simone Marzocchi.