Settembre, tempo di ripartenza (o almeno ri-progettazione) anche per le attività pastorali. In vista della ripresa del catechismo nelle parrocchie, l’arcivescovo Lorenzo ha scritto ai sacerdoti e ai catechisti per dare alcune indicazioni per la ripresa delle attività in presenza, ma anche per la celebrazione dei sacramenti dell’Iniziazione Cristiana che sono stati rinviati a causa del lockdown dei mesi scorsi.

Per le attività pastorali “in presenza” il consiglio è quello di utilizzare il più possibile la modalità all’aperto. “Si dovrà dedicare particolare attenzione alla pulizia e alla disinfezione degli ambienti”, scrive l’Arcivescovo, al distanziamento e, dove non fosse possibile (sia all’aperto che al chiuso), usare la mascherina. Non sarà necessario indossare i guanti ma sono banditi i materiali condivisi, quindi ogni bambino dovrà portare da casa il suo materiale.

Per quel che riguarda la celebrazione di Cresime e Comunioni, le norme sono le stesse delle celebrazioni eucaristiche. Ma l’arcivescovo consiglia di organizzare le Prime Comunioni dividendo i bambini in gruppi e moltiplicando le date delle celebrazioni. Per quel che riguarda le Cresime, restano le norme sul numero massimo di partecipanti alle celebrazioni in base alla capienza delle chiese. Il consiglio, anche in questo caso, è di favorire le celebrazioni all’aperto.

Qui sotto è possibile scaricare il testo della lettera dell’Arcivescovo con tutte le indicazioni