Massimo Isola si prepara a festeggiare

59,53%, pari a 18.162 voti, per Massimo Isola; 38,24% (pari a 11.667 voti) per Paolo Cavina. Il nuovo sindaco di Faenza è, dunque, il 46enne candidato del centrosinistra, vicesindaco uscente dell’ultima giunta guidata da Giovanni Malpezzi. A capo di una lista che annoverava anche Movimento 5 stelle (unico caso in Emilia-Romagna in cui corrono insieme i due partiti attualmente al governo), Italia Viva, Europa Verde, Faenza Cresce, Faenza Contemporanea e Faenza Coraggiosa, Isola rileva, dunque, da Giovanni Malpezzi la guida della città delle ceramiche.

Cavina, il candidato di centrodestra a capo di una lista con tutti i partiti di quello schieramento, si è arreso con una differenza di oltre 6mila voti. Gli altri due candidati alla poltrona di sindaco, Roberto Gentilini (Potere al Popolo) e Paolo Viglianti (Rifondazione – Partito Comunista Italiano) sono rispettivamente all’1,19% e all’1,04% dei consensi.

L’affluenza dei faentini alle urne per le elezioni comunali è stata del 69,24% degli aventi diritto al voto (nelle precedenti elezioni comunali tenutesi il 31 maggio 2015, votò il 58,96%).