L'Arcivescovo benedice la statua della Madonna della Vergine lauretana sull'elicottero che la porta a Rivolto

Arcivescovo in visita al 15° Stormo di Pisignano. Monsignor Ghizzoni si è recato all’aeroporto militare cervese per partecipare alla cerimonia del trasferimento della statua della Madonna della Vergine lauretana alla volta del 2° Stormo di Rivolto, in provincia di Udine, a bordo di un elicottero HH139A del 15° Stormo. Oltre al nostro arcivescovo erano presenti, il comandante del 15° Stormo, colonnello Diego Sismondini, al suo ultimo atto pubblico ufficiale, visto che poi si è trasferito in altra sede (al suo posto si è insediato il colonnello pilota Giacomo Zanetti), il cappellano militare Don Marco Galanti e una rappresentanza dello Stormo.

Esattamente cento anni fa, nel 1920, Papa Benedetto XV firmava la bolla papale con  la quale la beata Vergine Lauretana assurgeva a Santa Patrona di tutti gli aeronauti accogliendo così il desiderio dei piloti della Prima Guerra Mondiale. In questo anno giubilare l’Aeronautica militare ha deciso di onorare la  ricorrenza trasportando la statua della Vergine, dalla propria sede abituale, ovvero la Basilica di Loreto, in tutti i suoi Reparti ed in questi giorni ha sostato al 15° Stormo di Cervia.

Il 15° Stormo ha il compito di recuperare gli equipaggi in difficoltà sia in tempo di pace (SAR – Ricerca e soccorso) che in tempo di crisi ed in operazioni fuori dai confini nazionali (C/SAR – Combat SAR), di supporto alle Operazioni Speciali nonché di concorrere in caso di gravi calamità ad attività di pubblica utilità, quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi e, di recente anche il supporto all’attività di antincendio boschivo. Dalla sua costituzione ad oggi, gli  equipaggi del 15° Stormo hanno salvato oltre 7200 persone in pericolo di vita.