Un momento della Messa a San Michele
Un momento della Messa a San Michele

Nella serata di martedì 29 settembre, in occasione della memoria liturgica dei Santi Michele, Gabriele e Raffaele Arcangeli, l’Arcivescovo Monsignor Lorenzo Ghizzoni ha celebrato la Santa Messa patronale nella chiesa parrocchiale di San Michele, insieme al parroco don Vincenzo Cetrangolo. Nell’omelia l’Arcivescovo ha spiegato che gli angeli svolgono compiti determinanti nella storia e riferendosi agli Arcangeli, ha detto che il nome Michele vuol dire “chi è come Dio”, Gabriele “forza di Dio” e Raffaele “Dio ha curato”.

Ha aggiunto che “noi non sappiamo chi sono esattamente gli angeli, fanno parte di un mondo più vicino a Dio, sappiamo che alcuni di loro sono al servizio dei disegni di Dio. E’ un mondo misterioso e gli angeli ci richiamano al fatto che la creazione è fatta di cose invisibili e visibili. Gli angeli inoltre pregano con noi soprattutto nella liturgia, sono intercessori, ascoltano le nostre preghiere, inoltre sono un segno della protezione particolare che Dio ha per i più piccoli, i bambini, i più fragili”. In conclusione l’Arcivescovo ha invocato la protezione dell’Arcangelo Michele sulla comunità parrocchiale, affinché la sostenga e protegga nel suo compito di far conoscere il Vangelo e il suo messaggio di salvezza.

Julles Metalli