Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Il servizio di pre e post scuola dell’ infanzia sarà erogato anche per l’anno scolastico 2020/2021 a partire dal 28 settembre. Il Comune ha infatti considerato prioritarie le stringenti esigenze manifestate dalle famiglie e ha ricercato soluzioni in grado di superare l’iniziale impossibilità dovuta ad interpretazioni restrittive della Regione legate alle linee guida nazionali. E’ stato pertanto stabilito di rimodulare i gruppi di bambini appartenenti alla stessa sezione, rispettando le indicazioni che escludono le attività in intersezione e aggregative e prevedendo un numero minimo di 3 bambini per gruppo.

La scelta comporta per l’amministrazione un aumento consistente dei costi: si passa da una spesa ipotizzata di 126.000 euro a 223.000 euro.
L’aumento della spesa è dovuto proprio alle impossibilità di aggregare bimbi di più sezioni che comporta un aumento degli educatori: da 10 a 17 nel pre scuola e da 15 a 27 per il post scuola. Saranno quindi 44 quelli in servizio. Il pre-post scuola è un servizio a domanda individuale e la sua attivazione, come tutti gli anni, è legata al raggiungimento di un numero minimo di iscrizioni per poter essere considerato sostenibile. Ad oggi gli iscritti per il pre sono 109 e per il post 153 per un totale di 262 alunni. Il servizio di prescuola riguarda solo le scuole statali dal momento che nelle scuole comunali (sette sedi) è garantito dalle insegnanti comunali; il post scuola sarà realizzato su 9 sedi tra comunali e statali.