Santa Maria in Porto
Santa Maria in Porto

“E’ l’iniziativa più importante che gli istituti di vita consacrata propongono per quest’anno pastorale ed è davvero rivolta a tutti”. Don Luigi Spada, vicario episcopale per la vita consacrata, presenta così “Prendete il largo, uscite da voi stessi”, la serie di incontri di preghiera per le vocazioni al sacerdozio, alla vita consacrata e al matrimonio che inizieranno il 10 ottobre alle 20.45 nella Basilica di Santa Maria in Porto (sede di tutti gli incontri). Gli appuntamenti sono aperti a tutti e hanno una cadenza mensile: dopo il 10 ottobre, si terranno il 21 novembre, il 19 dicembre, il 23 gennaio, il 27 febbraio, il 27 marzo, il 17 aprile e il 29 maggio.
“A fine luglio, durante la riunione degli Uffici pastorali con l’Arcivescovo – continua don Spada – è emersa la necessità di custodire e valorizzare le vocazioni, tutte le vocazioni. Così, verificata la grande disponibilità degli istituti di vita consacrata maschili e femminili, e degli stessi Uffici, si è proposto di programmare questo percorso”.


Sarà la Madonna Greca, Patrona della Diocesi, a vegliare su questi incontri e a lei ci si affiderà durante le serate.
“L’Arcivescovo ha condiviso in pieno l’iniziativa – continua don Spada – anche perché, come tutti noi, sente l’urgenza non solo di valorizzare e tutelare la vocazione al matrimonio, ma di invocare continuamente lo Spirito Santo perché susciti in diocesi le ‘chiamate’ al sacerdozio e alla vita consacrata, di cui abbiamo tanto bisogno”. Le otto serate di preghiera nel santuario mariano saranno tutte impostate in modo diverso.

“Abbiamo lasciato liberi gli istituti religiosi – aggiunge don Spada – e i due Uffici pastorali, che sono quelli maggiormente ‘coinvolti’ dalla dimensione vocazionale (la PgV e la Pastorale Famigliare), di preparare la serata nel modo che ritengono più opportuno, ma vi sono alcuni punti fermi. Il primo è la Parola di Dio, il secondo è il momento di Adorazione eucaristica, il terzo è la dimensione carismatica: significa che ogni istituto religioso farà conoscere, durante la serata, il pensiero vocazionale del fondatore dell’istituto stesso, che cosa ha scritto e detto in merito”.Gli incontri sono aperti a tutti e chi non potrà partecipare avrà la possibilità di seguirli in streaming sulla pagina Facebook della parrocchia di Santa Maria in Porto. “Sarà fondamentale esserci, e non solo quando si è chiamati a guidare la serata. Sono incontri che aiuteranno i vari istituti a conoscersi meglio, a valorizzare i reciproci carismi – conclude don Spada – ma serviranno anche per farci capire che non ci sono vocazioni di serie A e di serie B”.