Vino d'eccellenza e di qualità sempre più protagonista a GiovinBacco

GiovinBacco. Sangiovese in Festa”, la più grande manifestazione enologica dedicata al Romagna Sangiovese e agli altri vini romagnoli, giunge alla 18esima edizione e si appresta a conquistare ancora una volta il cuore di Ravenna, dopo il grande successo delle ultime edizioni. Il 23, 24 e 25 ottobre il centro della città per tre giorni diventa teatro del buon vino e del buon cibo di Romagna. E come ogni anno si arricchisce di nuovi luoghi e proposte per il pubblico.

Sarà un GiovinBacco “stilnovo”, un libero richiamo poetico a Dante nell’anno delle grandi celebrazioni che si è appena aperto: si terrà in linea con il pieno rispetto dei protocolli di sicurezza dettati dalla lotta al Covid. In particolare, per evitare assembramenti in piazza, le cantine saranno ospitate in 4 differenti location, Palazzo Rasponi dalle Teste, Mercato Coperto, Palazzo dei Congressi e Biblioteca Classense, con accesso scaglionato e regolato del pubblico, che potrà assaggiare i vini romagnoli di oltre 40 cantine: Sangiovese, Albana e tanti altri vini locali a scelta dei diversi produttori. Alle 4 location si aggiunge piazza XX settembre, dove sarà aperta La bottega del vino, gestita anche quest’anno dai volontari del Lions Club Ravenna Bisanzio, in cui sarà possibile acquistare il vino di Romagna offerto dalle cantine presenti alla manifestazione. La vendita è a scopo benefico e parte del ricavato è destinato a finanziare interventi alla missione di Wolisso, in Etiopia, dove i Lions Clb hanno costruito un grande centro educativo assistenziale-sanitario che assiste oltre 1200 bambini.

L’accesso del pubblico – dotato di mascherina – sarà regolato e scaglionato. I biglietti d’ingresso ai luoghi per degustare il vino si acquistano online già dai prossimi giorni sul sito www.ravennaexperience.it e poi nel chiosco di Piazza del Popolo e allo IAT in Piazza San Francesco a Ravenna, a partire dal 17 ottobre. Sono in vendita carnet da 4 tagliandi per le degustazioni con o senza calice (10 euro con il calice, 9 euro senza calice). Ogni prenotazione online è personale. Ogni persona prenota il luogo e l’orario d’ingresso per le degustazioni e, ovviamente, può acquistare voucher di prenotazione per l’accesso a differenti luoghi, a diversi orari e con più degustazioni. Per accedere al luogo della degustazione bisogna presentarsi all’ingresso all’orario stabilito e mostrare il voucher di prenotazione.

DIWINE EXPERIENCE Dalla collaborazione fra GiovinBacco e DiWineExperience nascono due nuove proposte per il pubblico: “Vini e Giullari: spettacolo itinerante con degustazioni presso GiovinBacco”, un viaggio fra storia, arte, tradizioni, leggende, miti, misteri, nei vicoli di Ravenna, con una degustazione guidata finale di vini eccellenti territoriali (ritrovo e partenza da Piazza del Popolo alle ore 16, previsti gruppi a numero limitato, su prenotazione, in regola con i protocolli di sicurezza), e “GiovinBacco on tour: degustazione olio e vino a Brisighella”, una camminata culturale guidata del borgo con visita ad un frantoio artigianale e degustazione di olio e poi ad una cantina con degustazione di vini in abbinamento a prodotti tipici. Ritrovo e partenza con pulmino privato al CinemaCity di Ravenna alle ore 9.00 e ritorno previsto per le ore 14.30 (previsti gruppi a numero limitato, su prenotazione, in regola con i protocolli di sicurezza).

INCONTRI E LABORATORI Slow Food organizza alcuni incontri e laboratori in due luoghi della festa: alla Sala Spadolini della Biblioteca Oriani in via Corrado Ricci e al Mercato Coperto Ravenna in piazza Andrea Costa, all’insegna della biodiversità e del rispetto per l’ambiente. Si tratta di sei appuntamenti, in calendario dal tardo pomeriggio del 23 ottobre fino al pomeriggio del 25.

A completare il programma della 18esima edizione, il mercato agricolo di Madra in via Gordini e Ricci, il mercato di GiovinBacco (nella sola giornata di domenica 25 ottobre). Il mercato apre alle ore 10 e chiude alle ore 20, la cena di chiusura (lunedì 26 ottobre) a sei mani al ristorante Cà del Pino, dove tre grandi chef, Marco Cavallucci, Matteo Salbaroli e Mattia Borroni, proporranno uanc ena sul tema “Ripartiamo dalla terra per proteggere la biodiversità”. Infine GiovinBacco, in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e con i ristoranti del territorio, propone anche quest’anno “Il Piatto GiovinBacco“, iniziativa volta a promuovere il Romagna Sangiovese di qualità sulle tavole e in cucina. GiovinBacco continua a essere ambasciatore del Romagna Sangiovese in Italia, portando il nostro vino di eccellenza in decine di ristoranti e osterie della Guida Slow Food delle varie regioni. Prosegue poi la collaborazione di GiovinBacco con wine bar, forni e pasticcerie, gelaterie ed enoteche sempre all’insegna del Sangiovese.