La Cappella Musicale della Basilica di San Francesco
La Cappella Musicale della Basilica di San Francesco

Patrono d’Italia, San Francesco è una figura cardine non solo del suo tempo, bensì di tutta la storia della Chiesa. Il gesto reale di abbandono delle sostanze famigliari per abbracciare una vita di umile povertà è, oggi come allora, esempio concreto del dono. Egli poi, primo uomo della storia, “nel crudo sasso intra Tevere ed Arno” accetterà come dono le stigmate, segno della totale comunione con Cristo. Per la grandezza di questa figura la Chiesa celebra il Transitus di questo Santo, ossia il passaggio dalla vita terrena a quella celeste, nel giorno della morte di colui che al secolo fu Giovanni di Pietro di Bernardone: questa ricorrenza sarà celebrata nella Basilica di San Francesco con il concerto della Cappella Musicale di San Francesco previsto domenica 4 ottobre alle 21.

Aprirà la serata la “Fantasia por un gentilhombre” di Joaquin Rodrigo, per chitarra e orchestra, cui seguirà un terzetto di arie oratoriali quali “O had I Jubal’s lyre” dal Joshua di Händel, “O servi volate” dal Juditha Triumphans di Vivaldi e il duetto “Together” dal Solomon di William Boyce. Chiuderà questo omaggio al santo di Assisi “A fugal concerto” di Gustav Holst. Oltre all’orchestra della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco saranno protagonisti il chitarrista Donato D’Antonio, il soprano Elisa Stinchi e il tenore Lorenzo Bellagamba, diretti da Giuliano Amadei. Brevi letture francescane e proiezione di immagini del Santo, realizzate dai grandi artisti del passato, completeranno questa serata densa di spiritualità. Ingresso libero.