Vanno aumentando giorno per giorno i ricoverati nelle terapie intensive e nei reparti Covid

Guardando i numeri del bollettino odierno, sembra di essere tornati al mese di aprile: il Covid-19 è tornato a circolare con forza, con velocità e con pericolosità. Lo dice il dato generale dei contagi in regione, 453 nelle ultime 24 ore (39.148 in totale), un numero che in queste proporzioni non si verificava dal 16 aprile (457 quel giorno), ma lo dice anche l’improvviso rialzo dei ricoverati nelle terapie intensive: 14 in un colpo solo (39 nel mese di ottobre), anche qui con un richiamo ad aprile (il 5 di quel mese fuorno 16 i ricoveri). Ma, a differenza di aprile, a incidere sul dato complessivo sono l’altissimo numero di tamponi processati (12.631) e il solito robusto numero di test sierologici effettuati (2.186).

Davanti a questo numero, un po’ tutte le province dell’Emilia-Romagna hanno subito rialzi nelle ultime 24 ore: Ravenna registra 18 nuove positività (11 per contact tracing, di cui 9 familiari), che portano il totale complessivo a 1.962 casi, con anche 14 guarigioni complete; tuttavia guardando ai dati delle province, Ravenna è quella con meno contagi. Solo Imola, che viene considerata come territorio a sè stante nei conteggi quotidiani, vanta meno positività, appena 9.
Tutta la Romagna arriva a 138 (numeri che ricordano i mesi del lockdown). Ci sono, infatti, 54 nuove positività a Rimini (29 asintomatici), 32 delle quali contatti con casi certi, la maggior parte dei quali famigliari e già in isolamento al momento della diagnosi (il totale di Rimini, ora, è salito a 2.999.
36 casi li conteggia Forlì (25 sintomatici): quasi un terzo (13) sono conseguenza di contatti stretti in occasioni conviviali e sportive, ma ci sono anche 5 casi, in ambito lavorativo, per contatto con persone positive (il totale adesso è di 1.676).
Sono 30 i nuovi casi accertati a Cesena (10 asintomatici): 16 sono stati individuati con il contact tracing su casi già accertati, prevalentemente in ambito familiare e amicale, e 14 dopo aver sviluppato sintomi (il totale complessivo di questo territorio ora è di 1.301). La Romagna intera sale, così, a 7.938.

L’altro dato che va monitorato con attenzione è il numero dei ricoverati nelle terapie intensive, che hanno registrato nelle ultime 24 ore ingressi in tutti i territori tranne che nelle province di Forlì-Cesena e Rimini. 49 i ricoverati totali: di questi, 4 sono nel riminese, 3 nel ravennate e nel forlivese e 2 nel cesenate. Ma ci sono anche 392 (+9, sempre da ieri) ricoverati negli altri reparti Covid della regione.

Dal dato complessivo emergono 211 asintomatici: di questi, 135 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 35 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione. Inoltre si segnalano 373 malati effettivi in più (7.521 il loro totale), 350 persone in isolamento a casa (7.080 in totale) e 79 persone guarite in più (27.124 il loro totale). E per il 13° giorno consecutivo si registra almeno un decesso: la vittima, questa volta. è un uomo di 90 anni in provincia di Modena.