Il primo gruppo di studenti che ha iniziato il corso di Medicina a Ravenna
Il primo gruppo di studenti che ha iniziato il corso di Medicina a Ravenna

Lunedì 12 ottobre, i primi 36 studenti sui 95 complessivi hanno inaugurato il nuovo Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia: si sono trovati al Palazzo dei Congressi, sede che consente di garantire il distanziamento e il rispetto delle normative anti-Covid, ma col secondo semestre si confida di portare gli studenti nell’Aula Magna da 100 posti predisposta negli spazi dell’ospedale messi a disposizione dall’Ausl Romagna. Mercoledì 14, nel corso di una cerimonia ufficiale al Teatro Alighieri, è stato ufficialmente inaugurato il corso di laurea.

“Per tutta l’Università di Bologna e per il nostro campus di Ravenna, l’apertura del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia rappresenta un punto di svolta significativo – spiega Elena Fabbri, presidente del Campus di Ravenna – e va ad arricchire la già importante offerta formativa del Campus di Ravenna, che non deve assolutamente essere dimenticata. Oltre a Medicina abbiamo 18 corsi di laurea a Ravenna, dai primi nati sulle Scienze Ambientali e poco dopo Beni Culturali, fino all’ultimo nato in Società e culture del Mediterraneo. Corsi che ci hanno permesso di superare le mille matricole, un dato che confidiamo di mantenere anche in questo anno accademico. I docenti che hanno già iniziato le lezioni ci confermano che non abbiamo perso studenti; anzi alcuni corsi di laurea hanno visto aumentare il loro numero”.


L’apertura a Ravenna del corso di Medicina e Chirurgia rappresenta una sorta di suggello a 30 anni di storia universitaria in città. “Il percorso fatto fin qui testimonia – sottolinea la professoressa Fabbri – quanto sia stata giusta la scelta fatta dall’Ateneo di Bologna di coinvolgere 30 anni fa le città della Romagna. Indubbiamente, però, avere aperto un Corso di Laurea di questi tipo in città qualifica l’offerta universitaria del Campus di Ravenna, ed assicura un buon numero di studenti. Tutti gli anni, in città, ci saranno 95 studenti solo per questo corso di laurea: siamo pronti a crescere e cercheremo di migliorare anche ciò che possiamo offrire agli studenti, dai luoghi di studio all’aumento del numero dei posti nelle biblioteche, nuovi servizi di segreteria. Considerando tutti i corsi, confidiamo di arrivare a 3500 iscritti. I nostri corsi di laurea, rispetto ad altri campus con numeri più alti, sono soprattutto scientifici, sono specializzati, non sono corsi da numeri alti ma sono coerenti con il nostro insediamento”.

Ma certo Medicina e Chirurgia sarà un bel propulsore per il Campus cittadino.
“Questo Corso di Laurea rappresenta un’opportunità di crescita per la sanità del territorio – ammette la Fabbri – andando a integrare nuovi docenti e personale universitario con medici attivi nell’Ausl Romagna, permettendo di sviluppare importanti sinergie nei diversi ambiti sanitari riguardanti la formazione, la ricerca e l’assistenza. E rappresenta anche una svolta dei servizi offerti alla collettività, valorizzando gli attuali professionisti, ma nel contempo portando nuove competenze e investimenti sia sull’ospedale che sulla medicina del territorio”.