Giuseppe Magi
Giuseppe Magi, terzo da sinistra, con lo staff tecnico il giorno della sua presentazione

Dopo undici giornate finisce l’esperienza di Giuseppe Magi sulla panchina del Ravenna. Fatale al tecnico marchigiano la debacle nel derby di Cesena nel quale, aldilà del punteggio (4-0 per i bianconeri), ad allarmare è stata l’assoluta mancanza di reazione davanti alle difficoltà e agli episodi della partita. Sono i numeri, davvero impietosi, a condannare l’allenatore: 8 sconfitte in 11 partite (mai accaduto in 100 campionati del Ravena), 6 sconfitte su sei in trasferta a inizio stagione (anche questo non si era mai verificato), 22 gol incassati (peggior difesa del girone) e in generale un gioco che non è mai sbocciato e un atteggiamento spesso molto passivo. Non va però dimenticato che il Ravenna è stato costruito in corsa e in ritardo, avendo avuto la certezza della riammissione in C ad agosto inoltrato e il tecnico ha gestito un organico completamente nuovo, che aveva bisogno del giusto tempo per trovare il giusto assetto, senza dimenticare le difficoltà di lavorare in una stagione così anomala e particolare come questa.

“La Società desidera ringraziare sinceramente il tecnico per la profonda dedizione – si legge nella nota – e l’instancabile impegno profusi, affrontando una sfida complessa quale guidare la squadra in una stagione ricca di difficoltà e di incognite come quella in corso. Dal primo, all’ultimo giorno di lavoro, non sono mai mancate le doti umane, le competenze professionali e la volontà di dare il massimo alla causa giallorossa”.

“Il Ravenna FC – conclude la società giallorossa – augura a mister Magi le migliori fortune per il proseguimento di una carriera che auspichiamo ricca di soddisfazioni sportive e personali”. In giornata si attende il nome del nuovo tecnico. Domenica il Ravenna affronterà al Benelli (ore 17.30) la Sambenedettese, a sua volta reduce, da qualche gara, dal cambio dell’allenatore.

La panchina del club giallorosso è stata affidata a Leonardo Colucci. Il tecnico nativo di Cerignola ha firmato un contratto fino al termine della stagione e già oggi seguirà il primo allenamento della squadra presso il centro sportivo di Glorie.  Colucci, dopo una lunga carriera da calciatore ad alto livello nella quale ha indossato, tra le altre, le divise di Cagliari, Bologna ed Hellas Verona, si è dedicato alla carriera in panchina. Come allenatore dopo l’attività nel settore giovanile del Bologna è stato tecnico di Reggiana, Pordenone e Vis Pesaro.