Il sindaco Massimo Medri e don Pierre Laurent con i volontari della Colletta alimentare del 2019

E’ iniziata sabato 21 e terminerà martedì 8 dicembre, la 24esima edizione della Colletta alimentare, quest’anno giocoforza, vista l’emergenza sanitaria, in versione “dematerializzata”: si potranno acquistare nei supermercati italiani delle “gift card” da due, cinque e dieci euro. Al termine della Colletta, il valore complessivo di tutte le card acquistate sarà convertito in prodotti alimentari non deperibili come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, pesce e carne in scatola e altri prodotti utili. Tutto sarà consegnato alle sedi regionali del Banco Alimentare e distribuito, con le consuete modalità, alle circa 8mila strutture caritative convenzionate che sostengono oltre 2.100.000 persone.
Le card sono in distribuzione nei punti vendita che aderiscono alla Colletta, che, per quanto riguarda il territorio di Cervia sono i Conad di Cervia, Pinarella, Castiglione di Cervia, Savio e San Zaccaria. Sono cinque le strutture caritative di Cervia che riceveranno gratuitamente gli alimenti della Colletta Alimentare 2020: esse li distribuiranno poi alle 390 persone assistite regolarmente dalle 5 strutture stesse. Nel 2019, nel cervese furono distribuiti alle strutture caritative 41.151 kg di alimenti per un valore di 123.454 euro.

Le card potranno essere acquistate anche on line sul sito www.mygiftcard.it, dove sono già disponibili. Sarà inoltre possibile partecipare alla Colletta Alimentare facendo una spesa online sul sito www.amazon.it dall’1 al 10 dicembre e su
www.esselungaacasa.it dal 21 novembre al 10 dicembre.

Negli ultimi 5 anni in Emilia Romagna con la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare sono state raccolte oltre 4.300 tonnellate di cibo che si sono tramutate in 8 milioni 600 mila pasti per persone bisognose. Quest’anno saranno circa 750 le organizzazioni caritative che in Regione riceveranno i prodotti donati e circa 130.000 le persone in difficoltà che ne beneficeranno.