La Polizia Locale di Ravenna, nella serata di ieri, venerdì 6 novembre, ha svolto attività di prevenzione sul fenomeno degli assembramenti e controlli, anche con personale in borghese, dell’Ufficio Polizia Giudiziaria e Pronto Intervento e con l’ausilio dell’Unità Cinofila della Guardia di Finanza, in alcune zone e vie della città segnalate per la presenza di persone dedite all’assunzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico sono state controllate piazzale dell’Esarcato (nelle immediate vicinanze del Museo Arcivescovile e della Basilica di San Vitale), piazza Baracca e vie limitrofe.

Fra i giovani controllati, 2 sono state le violazioni accertate ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90 in materia di sostanze stupefacenti per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente (segnatamente hashish) e l’arresto in flagranza di C.F. di 18 anni, per detenzione ai fini di spaccio di gr. 11,54 di hashish, già pronta in dosi per essere ceduta che teneva occultata addosso. Durante l’accertamento è stata anche rinvenuta e sequestrata una bilancina di precisione. Stamattina, durante l’udienza, presso il locale Tribunale, il Giudice ha convalidato l’arresto concedendo i termini a difesa.

Nella seconda parte della serata e per tutta la notte è stata vigilata la città al rispetto del divieto di circolazione: 10 sono state, alla fine, le sanzioni accertate – in particolar modo da parte del personale della U.O. Sicurezza Urbana – per il mancato uso della mascherina ai sensi del vigente DPCM.