L’anotomage table installato a Medicina ravenna. La professoressa Mirella Falconi, coordinatrice di laurea in Medicina e Chirurgia guarda il nuovo strumento arrivato

Dalla California a Ravenna per il corso di laurea in Medicina e chirurgia inaugurato quest’anno. La Fondazione Flaminia mette a disposizione degli studenti prossimi medici del campus, per una spesa di 76.000 dollari, un “Anatomage Table”, innovativo sistema utilizzato per l’insegnamento dell’anatomia umana. Si tratta di una sorta di tavolo operatorio dove e’ possibile “dissezionare” virtualmente un cadavere. Le singole strutture del corpo sono ricostruite tridimensionalmente, con un livello di accuratezza e precisione pari all’anatomia reale.

“La disponibilità di una tecnologia così avanzata rappresenta uno strumento straordinario per la didattica – spiega la coordinatrice del corso di laurea e vicepresidente di Fondazione Flaminia Mirella Falconi – e un grande vantaggio per gli studenti ravennati”. Le immagini che si possono visualizzare sono immagini ottenute da cadaveri congelati, scansionati e riprodotti digitalmente in tutte le proiezioni e con tutti i dettagli anatomici. Questo consente di ottenere ricostruzioni reali, maneggiabili tridimensionalmente, delle diverse parti del nostro corpo. Il tavolo di dissezione virtuale, prosegue, non si vuole sostituire alla dissezione sul cadavere, ma deve essere considerato come un “innovativo strumento tecnologico che affianca l’anatomia settoria classica”. E infatti gli studenti svolgeranno anche esercitazioni direttamente su cadavere, ma potranno approfondire gli studi utilizzando l’Anatomage Table esattamente come se si trattasse di un corpo reale con un livello di esplorazione e di approfondimento anche più elevato.

Dal prossimo semestre, prosegue Falconi, la comunità ravennate degli studenti di Medicina e chirurgia potrà svolgere a piccoli gruppi e nel rispetto delle norme di sicurezza, le esercitazioni di anatomia utilizzando questo innovativo strumento. Oltre all’Anatomage Table la Fondazione Flaminia ha acquistato altre innovative attrezzatture di cui saranno dotati i laboratori didattici del corso di laurea. Acquisti che rientrano nel più ampio investimento dell’Ente che ha finanziato anche la ristrutturazione degli spazi messi a disposizione dell’Ausl Romagna all’interno dell’ospedale Santa Maria delle Croci per ospitare il nuovo corso di laurea, per un totale di 700.000 euro.

Agenzia Dire