La Madonna del Sudore
La Madonna del Sudore

Posti già quasi esauriti per le due lezioni del corso di “Introduzione alla Storia della Chiesa locale” della Scuola di Formazione Teologica incentrate sulla Cattedrale e in programma stasera e lunedì 21 dicembre. Il corso, che si svolgerà solo in modalità on line (collegamento alla piattaforma Zoom dalle 20, inizio alle 20.20), sarà tenuto dalla professoressa Paola Novara, docente all’Istituto superiore di Scienze Religiose “A. Marvelli” di Rimini. Per info: Simona Scala (347 9499670).

La prima lezione sarà dedicata alla storia della Cattedrale, che è accolta all’interno del complesso episcopale di Ravenna.
“Il complesso è il luogo in cui si possono individuare le più numerose sovrapposizioni di fasi costruttive, a partire dall’antichità – spiega la professoressa Novara –. Un palinsesto unico per la città. E il Museo Arcivescovile accoglie prevalentemente vestigia provenienti dalla Cattedrale. Nella prima prima lezione proporrò una ricostruzione a tutto tondo della storia dell’edificio”.

Lunedì 21 dicembre tema della serata sarà “La Madonna del Sudore. Da immagine a simbolo”. La Madonna del Sudore è molto venerata a Ravenna e la devozione nei suoi confronti ha origini antiche. “Durante il sacco che seguì la Battaglia di Ravenna, nel 1512 – spiega la professoressa Novara –, un soldato ubriaco ferì il volto della Madonna con un coltello. Dalla ferita scaturì sangue. Da quell’episodio miracoloso la tavola, che è di scuola riminese, non fu più un semplice arredo, ma divenne un riferimento per la città”.