Sulla pagina

Il volontariato e la solidarietà non si fermano mai. Anche nel territorio di Ravenna, cui storicamente si riconosce un’attenzione, una sensibilità e una cultura del dono. A maggior ragione oggi, in questo tempo segnato da una pandemia che sta sconvolgendo la vita di tante, troppe persone. Si stanno moltiplicando, infatti, nel territorio le iniziative, le azioni, i gesti di solidarietà, nell’imminensa del Natale, per raggiungere quante più persone fragili e in difficoltà e dare loro sostegno. “Il disagio sociale si tocca con mano – ammette Denise Camorani, direttore dell’associazione Per gli Altri – Centro Servizi per il Volontariato di Ravenna – ma la preoccupazione sarà per quello che vedremo fra qualche mese, quando, ad esempio, scadrà il blocco dei licenziamenti. Ma già adesso vedere ogni giorno quella fila di gente davanti alla Caritas dà il segno di ciò che sta succedendo”.

E allora la solidarietà, la vicinanza, il dare qualcosa sono preziosi strumenti che la città può mettere in campo. “Sicuramente il periodo del Covid ha attivato nuovi modi di comunicare e di muoversi – osserva Denise – e dato una maggiore spinta a iniziative come raccolta fondi, donazioni. Diverse associazioni si sono rinnovate e hanno innovato; l’epidemia ha rivoluzionato e non fatto implodere, ha spronato tanti a essere ancora più attivi”.

Per gli Altri – Centro Servizi per il Volontariato ha preso il ruolo di coordinatore di tante associazioni che, attraverso la Piazzetta della Solidarietà, vogliono far sapere di esserci e di essere attive nel promuovere i valori fondativi del volontariato come la cittadinanza attiva e la solidarietà. “Quest’anno, per i motivi sanitari che tutti conoscono, non abbiamo potuto allestire i tradizionali stand – ricorda la Camorani – e quindi abbiamo deciso di aprire una piazzetta online, un luogo virtuale dove le tante associazioni del territorio possono condividere iniziative, azioni, percorsi. Visitando il sito www.perglialtri.it, oppure i vari profili social. La piazzetta è stata implementata anche per le associazioni dell’Unione Romagna Faentina e della Bassa Romagna. In questo momento ci sono 7 presentazioni e diverse raccolte fondi, e oltre 20 associazioni. E’ bello vederlo lavorare tutte insieme, fare rete. Terremo aperta questa piazzetta fino all’Epifania ma diverse associazioni ci hanno già chiesto che possa diventare un punto istituzionalizzato per tutto il 2021, in cui rendere conto e segnalare tutto ciò che si sta facendo”

La stessa associazione Per gli Altri si sta muovendo in prima persona: domenica 20 dicembre sarà protagonista, infatti, dell’iniziativa di distribuzione di un pacco natalizio a persone bisognose segnalate dai servizi sociali e da associazioni locali. L’appuntamento è davanti alla chiesa di Santa Giustina dalle 10 alle 15: “Alcuni volontari distribuiranno il pacco natalizio a coloro che si presenteranno con un tagliando – spiega Denise – che è stato loro consegnato in questi giorni. E’ un’iniziativa che facciamo in sostituzione del tradizionale pranzo di Natale che da ormai 15 anni la Consulta del Volontariato organizzava”.

Il coinvolgimento è ampio: accanto alla Consulta del Volontariato, che organizza l’iniziativa, si muove una rete che comprende la Caritas, “che ringraziamo per l’ospitalità e per l’individuazione degli utenti fruitori”, il Comune di Ravenna “per la collaborazione”, e poi tante associazioni che hanno aiutato in vari modi nell’organizzazione: il Comitato cittadino antidroga, il Re di Girgenti, il dormitorio di via Torre, San Rocco, il progetto Tracce della cooperativa sociale La Casa Ceis, adesso confluito nel Progetto Crescita. E ancora la Pubblica Assistenza, Mistral, la Croce Rossa “che ci hanno aiutato nell’organizzazione – ricorda Denise Camorani – e che domani daranno una mano nella gestione dell’arrivo delle persone che avranno diritto a ricevere il pacco dono e che sono quelle che rientravano in quell’ampia rete che si occupava del Pranzo di solidarietà, con compiti ripensati nelle nuove modalità. E poi salutiamo l’arrivo dell’associazione Spazio104 inSieme che abbiamo subito coinvolto e che ci ha aiutato molto nel confezionamento in questi giorni dei pacchi”.