Un intervento dell'associazione Lance CB Cervia

La giunta comunale di Cervia, nella seduta del 29 dicembre 2020, ha approvato un aggiornamento del “Piano comunale di protezione civile”, relativo all’organizzazione del presidio permanente del territorio ai fini della Protezione civile. L’organizzazione garantirà la disponibilità 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di un  tecnico comunale, individuato all’interno di un gruppo di specialisti denominato Nucleo operativo di Protezione civile, in grado di coordinare le attività delle strutture operative dell’Ente (Unità protezione civile, Polizia Locale, Servizi di Pronto Intervento) e di attivare progressivamente le componenti dell’Ufficio di Protezione civile, in caso di evento meteorologico eccezionale o in caso di pericolo per la pubblica incolumità. L’organizzazione adottata prevede la collaborazione di cinque associazioni di volontariato a supporto delle attività di monitoraggio visivo e dei punti critici del territorio, di previsione degli eventi e di superamento delle possibili criticità.

L’Amministrazione ha dotato il Nucleo di molteplici strumenti informatizzati di monitoraggio del territorio, investendo in nuove tecnologie in grado di fornire in tempo reale dati meteorologici e di previsione. Il presidio coinvolge anche il Consorzio di Bonifica della Romagna e Hera, enti esterni deputati al governo delle acque superficiali, principali fonti di rischio per il nostro territorio. Il presidio permanente del territorio, effettuato sperimentalmente nel corso dell’anno che sta per concludersi, ha garantito la pronta risposta della struttura comunale in situazioni di possibile pericolo e l’informazione in tempo reale della cittadinanza, principalmente attraverso la pagina facebook del comune di Cervia e sul sito: https://protezionecivile.comunecervia.it/

Questa nuova organizzazione del Piano di Protezione civile ci permette di avere un nucleo operativo di tecnici specializzati – ha dichiarato l’assessore comunale alla Protezione civile Enrico Mazzolani – che garantisce permanentemente il coordinamento di tutte le strutture operative sul campo. Il nostro comune ha investito in risorse umane e tecnologie per essere pronto ad affrontare non solo le emergenze, ma per avere anche un monitoraggio costante della situazione del territorio in tempi di normalità. Inoltre non bisogna dimenticare che su questi temi ogni cittadino deve tenersi informato e non dobbiamo abbassare mai la guardia. Ognuno di noi deve avere la consapevolezza che comunque “tutti siamo protezione civile” e un gesto fatto bene in situazioni particolari e di emergenza può salvare la vita”.