Un momento della donazione
Un momento della donazione

Oltre mille chilogrammi di pasta solidale 100% italiana è stata donata il 7 settembre da Coldiretti Ravenna e Fondazione Campagna Amica a Caritas Diocesana e Villaggio del Fanciullo.  La consegna del carico solidale, prima tappa di una campagna di distribuzione che nelle prossime settimane coinvolgerà altri enti di assistenza attivi sul territorio, è avvenuta nel pomeriggio alla presenza del Presidente di Coldiretti Ravenna Nicola Dalmonte, del Direttore Assuero Zampini e del Coordinatore di Campagna Amica Ravenna Andrea Conti.  La pasta, a marchio Stagioni d’Italia che rappresenta una filiera certificata e garantita dagli agricoltori italiani, è stata consegnata ai responsabili distribuzione di Caritas Ravenna e Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo. L’iniziativa ha goduto del supporto logistico dell’azienda ravennate Gambi Outdoor che ha messo a disposizione i propri spazi per lo stoccaggio in sicurezza della pasta.

“Con questa iniziativa – ha commentato il Presidente Dalmonte – puntiamo a garantire un pasto caldo ai più bisognosi aiutando gli enti che con sempre maggiore difficoltà, anche per via del crescente numero di persone in difficoltà economica e sociale, operano nell’assistenzialismo”. 
“In pieno spirito natalizio – gli ha fatto eco il Direttore Zampini – vogliamo offrire un sostegno concreto e tangibile che rappresenti effettivamente un vero aiuto a chi ogni giorno è in prima linea per arginare la povertà e a chi, come Caritas e Villaggio del Fanciullo, garantisce quotidianamente cibo e un pasto caldo a centinaia di persone”.

“Coldiretti, anche attraverso Campagna Amica – ha concluso il coordinatore di Campagna Amica Ravenna, Andrea Conti, – continua a testimoniare la vicinanza e la sensibilità nei confronti di chi si trova in stato di disagio, soprattutto in questo particolare momento di crisi indotta dalla pandemia. A tal fine, da sabato 12 dicembre, attiveremo nuovamente l’iniziativa della ‘Spesa Sospesa’ al nostro Mercato Contadino Coperto di via Canalazzo 59. Anche in questo caso, le donazioni dei cittadini-consumatori serviranno a finanziare l’acquisto di beni di prima necessità a favore di Caritas”.