Disegno di Gaspare Bezzi
Uno degli oltre 200 disegni arrivati per il progetto di Unicef e dis-ORDINE

Unicef Ravenna, con l’Associazione Dis-ORDINE (Associazione Culturale insegnanti ed ex-studenti delle Scuole d’Arte di Ravenna e Provincia), per il progetto suL’Arte dei Bambini nel Tempo della Pandemia” ha raccolto le realizzazioni grafiche di ragazze e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado sul loro vissuto ai tempi della pandemia da coronavirus e del lockdown. Dagli elaborati finora raccolti, oltre 200, si evince come la voce e i sentimenti dell’infanzia si esprimano non solo con le parole, ma anche con la potenza del disegno e dell’immagine.

I disegni raccolti – ne arriveranno altri – andranno man mano a costituire una mostra virtuale che è consultabile al link http://dis-ordine.it/2020/10/30/larte-dei-bambini-nel-tempo-della-pandemia/

Dopo una breve presentazione del progetto, cliccando sui numeri che appaiono di seguito si aprono le immagini dei disegni che i  giovanissimi  “artisti” hanno realizzato per esprimere percezioni, emozioni, idee. I temi ricorrenti – la casa, gli amici e la famiglia, il gioco negato, la scuola a distanza – narrano la quotidianità di bambjne/i e ragazze/i e raccontano i loro sentimenti nel periodo del lockdown e di fronte ad un nemico impercettibile e temuto quale il coronavirus. Si tratta di piccole opere che rappresentano una nuova obbligata quotidianità o al contrario il desiderio della normalità infantile e adolescenziale  fatta di incontri, scuola, amici, gioco, speranza.

Unicef considera questo materiale estremamente prezioso perché  evidenzia, attraverso la spontaneità dell’espressione grafica, il punto di vista dei più piccoli e dei giovani ed offre agli adulti uno spazio prezioso di ascolto e di intervento sui loro bisogni, troppo spesso dimenticati in questo complesso periodo. L’associazione dis-ORDINE invita nuovamente maestre e maestri e tutti gli insegnanti che vorranno aderire all’iniziativa a spedire altri disegni che andranno ad arricchire la collezione, rintracciando la comunicazione inviata sabato 31 ottobre 2020 da Comitato Unicef Ravenna alle loro scuole.