L'Istituto Alberghiero "Tonino Guerra" di Cervia

Sarà attivato nell’anno scolastico 2022/2023 e ha già 46 potenziali iscrizioni. È stato presentato questa mattina il progetto per un nuovo liceo linguistico, che nascerà all’interno dell’Istituto trasformandolo in Istituto di Istruzione Superiore “Tonino Guerra”. Le iscrizioni (potenziali) sono il risultato di un sondaggio proposto nelle scorse settimane alle famiglie cervesi dal quale emerge l’interesse per la nuova scuola che nasce dal territorio.

Un territorio, come hanno sottolineato il presidente della Provincia Michele de Pascale e il sindaco di Cervia Massimo Medri, fortemente vocato al turismo internazionale. Da qui la scelta strategica di proporre un polo formativo che mette al centro le lingue. “Credo sia un’opportunità per i cervesi – ha commentato il presidente della Provincia Michele de Pascale – e anche per i giovani dei territori vicini. A Tonino Guerra (al quale è intitolato l’Istituto – ndr) credo sarebbe piaciuta questa opportunità di mettere insieme l’ospitalità alla quale educa all’Alberghiero con la cultura internazionale di un Liceo Linguistico”

Il nuovo indirizzo partirà, come detto nell’anno scolastico 2022-2023. Nei giorni scorsi l’istituzione della nuova scuola è stata approvata anche dalla Conferenza regionale per il sistema formativo. Non sono necessari lavori di adattamento degli spazi didattici all’Istituto Guerra dove sono già presenti aule inutilizzate, ha spiegato De Pascale: “Nei prossimi anni, se sarà necessario, dato il calo degli studenti connessi al calo demografico che interesserà le scuole superiori tra 5 anni, si potrebbe ragionare su una riorganizzazione dei plessi scolastici per ottimizzare gli spazi”. L’obiettivo è quello di fare partire due sezioni all’anno almeno per almeno due cicli scolastici.

L’istituzione della nuova scuola era anche un obiettivo del Programma di mandato del Sindaco Massimo Medri, che allo scopo ha nominato un delegato, Claudio Minghetti, insegnante e preside in pensione che nei mesi scorsi ha seguito il percorso e il dialogo tra le varie istituzioni, affiancato dall’assessora Michela Brunelli prima e Cesare Zavatta poi.

Il sindaco di Cervia Massimo Medri e l’assessore Cesare Zavatta: “Da anni la città chiede a gran voce un nuovo istituto superiore, da affiancare all’IPSEOA Tonino Guerra, per offrire nuove opportunità di studio ai nostri ragazzi. Siamo consapevoli che la scuola va pensata come una rete di relazioni che accoglie il bene della comunità e lo restituisce arricchendolo, e in questo senso sono orientate le nostre politiche. Il nuovo istituto, facilitando l’accesso dei ragazzi allo studio, ci permette anche di contrastare il fenomeno di abbandono della scuola dell’obbligo. Inoltre, alla luce anche dell’esperienza di questo periodo, fortemente segnato dalla pandemia, limiteremo gli spostamenti degli studenti verso altre città”.

i.