Alessio Callegaro, l'autore
Alessio Callegaro, l'autore

Uno sguardo agli “antichi lavori” della nostra città, ma anche un omaggio a chi ha portato la tradizione del presepe meccanico animato a Ravenna. Sono alcune caratteristiche di “Gloria in Excelsis Deo”, il grande presepe artistico con statue meccaniche esposto all’interno della Cattedrale di Ravenna fino al prossimo 31 gennaio.
“Il nostro presepe ha dieci anni di vita – dice Alessio Callegaro, autore di questa rappresentazione della Natività – e, insieme ai volontari che mi hanno dato una mano, abbiamo pensato anche in questo 2020 di dare risalto ad alcune professioni tipiche della Romagna: si potranno vedere all’opera, tra gli altri, un mosaicista, uno stampatore di tele romagnole, l’uomo che confeziona i cesti, il vasaio (in riferimento alle ceramiche faentine)”.

Il presepe è di grandi dimensioni (7 metri per 5) ed è il frutto di mesi di impegno di una decina di volontari che, lavorando da casa, hanno fatto ognuno la propria parte, fino all’assemblaggio finale, per il quale sono servite due settimane. Presenta anche una assoluta novità: è la statua che raffigura padre Giovanni Lambertini, francescano morto nel 1997, noto anche come “il francescano del presepio”, ideatore e tra gli autori del presepe animato nella Basilica di San Francesco.
“Abbiamo collocato la statua di padre Lambertini nella parte davanti al presepe – precisa Callegaro – all’interno di una casa che è orientata verso la Natività. Ci sembrava doveroso collocare la sua figura nel nostro presepe perché è stato lui, con la sua passione per il presepe animato, a stimolare tante persone a seguire il suo esempio”. La statua ha in mano un telescopio per orientare le stelle, perché padre Lambertini è stato anche il fondatore dell’associazione ravennate Astrofili Rheyta e nella casetta che lo ospita è stato realizzato anche un piccolo presepe.


“E non manca un omaggio a Dante – conclude Callegaro – : nella bottega del mosaico, all’interno del presepe, è riprodotta un’immagine del Divin Poeta, insieme ad alcuni versi tratti da un canto del Purgatorio, in cui viene lodata la Madonna come esempio di povertà. Con questo presepe vogliamo offrire ai visitatori un momento di serenità e di contemplazione di un grande mistero: quello di Dio che si fa uomo nascendo per tutta l’umanità in un’umile grotta”.
“Gloria in Excelsis Deo”, realizzato con l’utilizzo di molteplici materiali, è un presepe animato e illuminato (con le fasi del giorno e della notte). Si potrà visitare tutti i giorni, fino al 31 gennaio, negli orari di apertura del Duomo di Ravenna: dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 12 e dalle 14.30 alle 17, nei prefestivi dalle 7 alle 12 e dalle 14.30 alle 19, nei festivi dalle 8 alle 12 e dalle 14.30 alle 19. Non è consentita la visita durante tutte le celebrazioni eucaristiche.