Per il territorio dell’Ausl Romagna sono in arrivo “circa altre 24.000 dosi” del vaccino antinfluenzale. Ne da’ conto il sindaco di Ravenna Michele De Pascale, durante una diretta facebook questa mattina con il direttore dell’unità operativa complessa di Anestesia e rianimazione della provincia di Ravenna, Maurizio Fusari.

Dopo il boom registrato con la prima campagna, spiega il primo cittadino, la Regione ha fatto un ulteriore ordinativo che sarà “a breve disponibile e siamo ancora nei tempi idonei. Quest’anno c’è stato un boom, ma fatelo anche l’anno prossimo, la vaccinazione è fondamentale”. Ovviamente anche per quanto riguarda il covid-19: il virus, nella settimana dal 7 al 13 dicembre, ha colpito 2.711 persone, rispetto ai 34.454 tamponi effettuati. I ricoverati sono 544 di cui 39 in terapia intensiva.

Ravenna la percentuale di asintomatici è alta, 62%, rispetto a una media romagnola del 51%: 34% per Forlì, 29% per Cesena e 52% per Rimini. Certo in provincia, ammette il sindaco, “i casi sono ancora abbastanza elevati”, in particolare per i focolai esplosi in alcune case di riposo, ma anche per la capacita’ di identificare gli asintomatici. Occorre massima prudenza: dal governo è necessaria “la maggiore coerenza possibile” sulle misure, che devono essere “omogenee“. Servono “rigore e serieta'”. Ma “non si possono criminalizzare i comportamenti individuali dei cittadini“, conclude.