È scomparso la notte del primo gennaio, dopo una breve malattia, Arrigo Antonellini. Aveva 73 anni, lascia la moglie Marta e i due figli Annalisa e Alessandro. Da sempre animatore e dirigente delle Acli Lughesi e provinciali di Ravenna (era stato riconfermato Consigliere Provinciale nel congresso di pochi mesi fa), Antonellini era fortemente impegnato nel sociale e nel giornalismo (Nuovo Diario il Messaggero, Associazione Evviva Lugo, Direttore del giornale on line Pavaglione Lugo) ed è stato fra i fondatori del Tennis Tavolo Acli Lugo e protagonista nella vita sociale e politica.

“E’ una notizia che non avrei mai voluto dare – scrive Walter Raspa, segretario regionale dell’Acli -. Arrigo nelle Acli è stato fondatore e promotore di tutte le iniziative nel lughese, dal Concorso presepi al Tavolo dei cattolici Vito Montanari, dalle iniziative di solidarietà con le suore per l’aiuto ai bambini poveri in Brasile, alle iniziative di pace. Volle fortemente dare vita in questi anni ad un nuovo Circolo Acli, “La Ginestra” di Crespino del Lamone, un circolo culturale alla riscoperta della storia, delle tradizioni dell’Appennino Tosco-Romagnolo”.

Amico sempre sincero, solidale, disponibile, da sempre impegnato nell’associazionismo cattolico, Arrigo – lo ricorda così il senatore Aldo Preda – è salito nella Gerusalemme celeste accolto da tanti vecchi amici, Ersilio Tonini, Natalino Guerra, Benigno Zaccagnini, Vito Montanari e Mario Clò”.

I funerali si terranno lunedì 4 gennaio alle 11 nella chiesa di San Gabriele di Lugo: sarà presente una delegazione dell’Acli provinciale.