Santa Maria delle Croci Ravenna

Dopo la lettera di scuse alla cittadinanza, resa pubblica ieri, per la situazione critica al Pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Croci, il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, ha fatto questa mattina un sopralluogo “per manifestare la solidarietà di tutta la nostra comunità a medici, operatori sanitari e degenti che stanno attraversando questo ulteriore frangente di difficoltà”.
Ad accompagnare il primo cittadino, il direttore di Ausl Romagna Tiziano Carradori già da ieri in pianta stabile in Pronto soccorso per attuare soluzioni e fronteggiare l’emergenza.

Nel corso della sua visita il sindaco racconta di avere potuto “vedere di persona i nuovi spazi già messi a disposizione e quelli che saranno disponibili da domani. Contribuiscono significativamente a restituire dignità al paziente durante l’attesa delle dimissioni o del ricovero”, e ha rivelato la volontà dell’Ausl di “intervenire anche sull’intera struttura per gestire meglio le tempistiche di ricovero e dimissione. Si tratta di interventi che chiedevamo da tempo e che finalmente, grazie all’impegno della nuova direzione, si stanno concretizzando e che confidiamo possano determinare, con la collaborazione attiva di tutti i cittadini e le cittadine, un rapido miglioramento della situazione”.

Per questo, de Pascale chiede ad Ausl “di fornire nei prossimi giorni aggiornamenti puntuali sul numero di accessi giornalieri, sui pazienti in attesa di ricovero e sulla permanenza media in Pronto soccorso. In maniera tale che tutti insieme si possa misurare l’efficacia delle misure prese e l’andamento della pandemia. Sono inoltre consapevole che in questo momento reperire il personale è difficilissimo, ma anche in questo senso va continuato ogni sforzo possibile per dare supporto agli operatori che sono stremati dopo questi mesi di pandemia”.