Gdf marijuana sequestrata
I

Era davvero particolare il contenuto di una spedizione, tre colli, destinata a un 40enne residente a Faenza. Così particolare da indurre una pattuglia della 1a Compagnia della Guardia di Finanza di Ravenna ad un controllo accurato. Dentro, infatti, si è poi scoperto, c’erano oltre 21 kg di marijuana. Il 30 dicembre scorso (ma la notizia è stata resa nota questa mattina) i finanzieri impegnati nel controllo su strada dei veicoli commerciali fermavano un furgone di un noto spedizioniere locale, e all’apertura del vano di carico percepivano l’odore tipico della marijuana. Il successivo intervento di Bacol, il labrador antidroga in forza alla 1a Compagnia della Guardia di Finanza di Ravenna, ha permesso di individuare immediatamente, tra le varie spedizioni, tre cartoni che segnalavano al suo conduttore.

I militari hanno scortato il carico fino a destinazione senza procedere all’apertura dello stesso, fino al momento del ritiro da parte di un’ignara signora, identificata come la madre del reale destinatario, già avvisata dal figlio dell’arrivo dei pacchi. Il 40enne, che ha aperto i colli alla presenza dei militari, ha subito dichiarato la presenza della marijuana, giustificandone l’acquisto per la necessità di preparare un olio lenitivo da somministrare ai cavalli per i dolori articolari, sebbene non esercitasse la professione di veterinario, né avesse alcuna abilitazione e/o autorizzazione per preparare tali composti. Inoltre il destinatario della merce ha dichiarato di non aver pagato nulla per quel carico in quanto il produttore era, a suo dire, consapevole dell’utilizzo sperimentale a cui le infiorescenze erano destinate.

Il racconto non ha convinto le Fiamme Gialle che hanno ampliato il loro controllo all’abitazione del 40enne, il quale per evitare la perquisizione, ha consegnato spontaneamente altri 5 recipienti contenenti varie tipologie di marijuana, dichiarando che era tutta la sostanza a sua disposizione.