50 posti disponibili per un totale di 19 progetti in provincia di Ravenna. sono le possibilità offerte quest’anno sul nostro territorio ai giovani che vogliono “partire” per il servizio civile universale. Le domande vano inviate entro l’8 febbraio 2021 e tutte le informazioni si possono reperire attraverso il Copresc, il Coordinamento provinciale servizio civile di Ravenna, si occupa della promozione, valorizzazione e sostegno dell’esperienza di servizio civile: www.coprescravenna.it

I progetti che vanno dall’organizzazione di eventi culturali al lavoro nelle biblioteche, dall’ascolto della fragilità alla Caritas di piazza Duomo al supporto nei compiti negli oratori delle parrocchie. Vediamoli in dettaglio.

La Caritas diocesana di Ravenna ha presentato tre progetti. Il primo, Facciamo Pace (4 posti), in collaborazione con la Caritas di Faenza, prevede la progettazione di percorsi educativi verso i giovani nelle scuole e la loro realizzazione. Il secondo (2 posti) coinvolgerà i “servizio-civilisti” nell’ascolto alla persona nei centri d’ascolto Caritas. Infine, “Con te Imparo” (4 posti) propone ai giovani di sperimentare un servizio di doposcuola negli oratori parrocchiali. (Info: serviziocivile@caritasravenna.it, tel. 0544 212602, www.caritasravenna.it).

Anche il Comune di Ravenna ha presentato tre progetti. Il primo progetto, intitolato “Arte in Comune – percorsi di valorizzazione culturale per giovani generazioni”, si svolgerà nello lo spazio espositivo PR2 a Palazzo Rasponi, in via D’Azeglio 2. Sono disponibili 4 posti che permetteranno agli operatori volontari di acquisire competenze nel campo dell’organizzazione di eventi culturali, come mostre, laboratori e workshop. La promozione dei diritti umani, l’uguaglianza di genere, la cultura della pace e della non violenza saranno invece al centro del progetto “Presente e presenze – azioni interculturali al centro”. I volontari saranno chiamati ad affiancare e supportare gli operatori degli sportelli informativi rivolti ai cittadini stranieri, nei servizi interculturali e di mediazione del conflitto nelle scuole (4 posti).
“Viaggia verso conoscenza, informazione, formazione” offrirà invece a 10 volontari la possibilità di effettuare un’esperienza alla biblioteca Classense in via Baccarini 3. (Info: giovani@comune.ra.it, tel. 0544 482137 oppure 0544 482330, www.comune.ra.it).

L’associazione Papa Giovanni XXIII ha vari progetti attivi in Italia e all’estero. Per informazioni:
https://serviziocivile.apg23.org/progetti-italia/, Fabbri.dani@gmail.com (3471029200)

I quattro progetti che vedono coinvolte cooperative sociali aderenti a Confcooperative Romagna prevedono l’inserimento di un totale di 26 giovani, selezionati tra quelli che presenteranno domanda, per attività di programmazione, assistenza e progettazione di percorsi di animazione e inclusione sociale rivolti a anziani e soggetti fragili, persone con disabilità e minori. La Asscor di Ravenna, che gestisce centri diurni e residenze per anziani, i nidi e le scuole dell’infanzia di Progetto Crescita e Service Web a Ravenna, le coop La Pieve e il Mulino e Akkanto sono le realtà che coinvolgeranno i giovani. (Info: righi.s@confcooperative.it, tel. 0544 37171, www.romagna.confcooperative.it).

Per l’Arci, infine, due progetti: uno in collaborazione con l’Università: “Mi informo, scrivo, comunico: l’università per la comunità”.
E “Qua la zampa di educazione e promozione ambientale (Info: ravenna@ascmail.it, tel. 0544 219721, https://scn.arciserviziocivile.it/cercaprog.asp?idr=5).

Nel bando sono disponibili altri progetti fuori dal territorio comunale di Ravenna, proposti dalla Caritas di Faenza e dall’Unione della Romagna faentina. Tutti i progetti sono consultabili su: http://www.coprescravenna.it

Per fare domanda: https://domandaonline.serviziocivile.it/
Copresc Ravenna, piazza Duomo 13, cell. 333 9606815, tel. 0544 212602 (apertura al pubblico nelle sole mattinate), email: operatorecopresc@gmail.com e copresc@racine.ra.it