Questa sera, domenica 10 gennaio, alle 20,40 su Canale 5, verrà trasmessa un’intervista in esclusiva mondiale al Tg5 di papa Francesco. Nel colloquio con il giornalista Fabio Marchese Ragona, avvenuto nella residenza Santa Marta in Vaticano, il Pontefice ha affrontato vari temi, tra cui la pandemia, il vaccino, i disordini negli Stati Uniti, l’aborto, la politica e com’è cambiata la sua vita a causa del virus

Nella serata, dedicata interamente a papa Francesco – si legge in un comunicato dell’emittente – dopo l’intervista seguirà la proiezione del film Mediaset “Chiamatemi Francesco – Il Papa della gente”, che racconta la storia personale e spirituale di Jorge Mario Bergoglio, nato da immigrati italiani in Argentina. Il percorso racconta della sua gioventù, della vocazione e la formazione, fino a giungere alla nomina a Papa nel 2013. Al termine del film, un commento speciale, curato dal Tg5, sulle parole del Pontefice condotto da Cesara Buonamici con in studio ospiti ed esperti.

“Io credo che eticamente tutti debbano prendere il vaccino: è un’opzione etica, perché tu ti giochi la salute, la vita, ma ti giochi anche la vita di altri”. Così papa Francesco, nell’intervista al Tg5. “La settimana prossima – ha aggiunto il Papa, secondo quanto riferisce un comunicato dell’emittente, che anticipa alcuni stralci dell’intervista – inizieremo a farlo qui, in Vaticano, e io mi sono prenotato. Si deve fare”. 

A proposito dell’assalto a Capitol Hill, Francesco ha dichiarato di “essere rimasto stupito. Anche nella realtà più matura sempre c’è qualcosa che non va, di gente che prende una strada contro la comunità, contro la democrazia, contro il bene comune. Grazie a Dio questo è scoppiato e si è potuto vedere bene perché così si può mettere il rimedio. Sì, questo va condannato, questo movimento così, prescindendo dalle persone”. “La violenza sempre è così, no?”, le parole del Santo Padre nell’intervista. “Nessun popolo può vantarsi di non avere un giorno un caso di violenza, succede nella Storia, ma dobbiamo capire bene per non ripetere, imparare dalla Storia”.Fonte: Sir