DANIELE ROSSI, PRESIDENTE AUTORITA’ PORTUALE RAVENNA

La commissione Lavori pubblici del Senato da’ il via libera alla conferma di Daniele Rossi a presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale. La proposta di nomina, dopo un primo esame lo scorso 14 dicembre, è stata approvata ieri con 17 voti favorevoli, quattro contrari e un astenuto.

Conferma però la sua contrarietà il relatore Gregorio De Falco del gruppo misto: la richiesta avanzata dalla commissione al Governo di “riflettere ancora un po’ sull’opportunita’ di procedere con la proposta di nomina in esame non ha prodotto conseguenze- sottolinea- nè ha indotto Rossi a ritirare la propria candidatura”.

De Falco esprime inoltre “perplessità sull’adeguatezza del candidato”, come dimostra la gestione amministrativa della rimozione del relitto della Berkan B. Senza dimenticare “il ritardo mostrato dal candidato nel prendere posizione contro le decisioni assunte in sede europea in materia di fiscalità portuale”.

Di tutt’altro avviso il sottosegretario Salvatore Margiotta: il Governo manifesta “l’assoluta determinazione a procedere con una proposta di nomina che ha sempre sostenuto convintamente”. Sull’operato, sulle capacità professionali e sulla adeguatezza a proseguire nell’incarico di Rossi la valutazione è “positiva”. Vincenzo D’Arienzo del Partito democratico ritiene che “il quadro complessivo sia diverso da quello illustrato dal relatore. La gestione dell’Autorità di sistema portuale da parte del dottor Rossi ha portato a ottimi risultati e il candidato gode dell’apprezzamento di tutti gli addetti del settore”. Inoltre “non c’è stato alcun ritardo in relazione alla decisione della Commissione europea in materia di tassazione dei porti”. A favore della nomina anche Agostino Santillo del Movimento 5 Stelle (Dire).