Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Scattano domani alle 10 le domande di ristoro per bar e ristoranti voluti dalla Regione Emilia-Romagna per arginare la crisi da Covid-19. Fino alle 10 di mercoledì 17 febbraio, informa la Camera di commercio di Ravenna, “le imprese ravennati (2.000 quelle potenzialmente interessate) potranno presentare domanda” all’ente camerale per ottenere un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 3.000 euro.

Complessivamente, si legge in una nota, l’ente di viale Aldo Moro ha stanziato oltre 21 milioni di euro, che verranno gestiti dalle Camere di commercio. Tra i requisiti per ottenere i contributi c’è “l’aver avuto un calo del fatturato medio, nel periodo ricompreso tra l’1 novembre e il 31 dicembre 2020, pari o superiore al 20% rispetto allo stesso periodo del 2019”.
L’obiettivo, evidenzia Giorgio Guberti, commissario straordinario della Camera di commercio ravennate, è “dare una risposta efficace e veloce alle imprese, stremate da incertezze e chiusure. Anche per questo – aggiunge – abbiamo colto con favore la proposta della Regione, che ringrazio, di individuare nelle Camere di commercio il soggetto più idoneo a gestire l’iniziativa”.

Le domande di contributo dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma ‘Restart’ (restart.infocamere.it), a cui si potrà accedere tramite identità digitale Spid oppure tramite Carta nazionale dei servizi (Cns) con Pin dispositivo. Il bando è pubblicato sul sito www.ra.camcom.gov.it, assieme a tutte le informazioni necessarie e i contatti per eventuali chiarimenti.