Suor Luisa Gelli

Se n’è andata stanotte in silenzio, serenamente, come aveva vissuto ogni difficoltà. Suor Luisa Gelli, 83 anni delle suore della piccola Famiglia di Santa Teresa del Bambin Gesù è morta questa notte vegliata dalle sue consorelle, alla vigilia del giorno nel quale in Diocesi si ricorda la Giornata per la Vita Consacrata con una Messa celebrata dall’arcivescovo alle 11 a San Francesco. Quest’anno avrebbe festeggiato 60 anni di vita religiosa.

E sarà lo stesso arcivescovo, lunedì prossimo, a celebrare le Esequie di suor Luisa nella chiesa di Santa Teresa alle 9.30.

Suor Gelli era nata a Comacchio il 28 agosto del 1937. Era entrata nella Piccola famiglia nel 1959 e nel 1961 aveva fatto la prima professione religiosa, appunto 60 anni fa. “Una persona semplice, molto attenta agli altri – spiega la superiora suor Anna Morandi – la ricordo sempre gioiosa nei vari servizi che ha svolto all’interno dell’Opera”. Anzitutto a fianco degli ammalati di Santa Teresa: “A quei tempi le suore facevano tutto, dall’assistenza diretta alle pulizie nei reparti, con grande amore e con degli orari davvero pesanti, ma con la gioia di donare tutto al Signore e ai fratelli più bisognosi”.

Dopo gli anni di servizio nei reparti, è stata in cucina e poi nella portineria dell’ambulatorio “sempre pronta ad accogliere tutti col sorriso attirandosi la simpatia e l’amicizia di tutti”.

Anche nella malattia era serena (era in carrozzina da 5 anni e doveva fare i conti con una demenza importante – ndr) – ricorda suor Virginia Rontini che l’ha assistita fino alla fine –. Aveva un carattere forte: quando voleva una cosa non c’era modo di farla desistere. Ma le piaceva anche cantare, soprattutto le lodi a Maria. Cosa mi ha insegnato? A non preoccuparsi di quel che dice la gente. Viveva una fiducia assoluta nel Signore che, diceva, ci vuole bene nonostante tutte le nostre cadute. Per questo bisogna sempre andare avanti”.

Suor Luisa Gelli dopo i funerali di lunedì sarà sepolta al cimitero di Ravenna, nel campo riservato alle religiose e ai sacerdoti che hanno lavorato all’interno dell’Opera Santa Teresa.